print preview

Ritornare alla pagina precedente Messaggi / Rapporti


Plasmate insieme a noi l’istruzione del futuro!

Nell’ottica di integrarli attivamente nel processo, il Comando Istruzione invita i militari di milizia interessati a partecipare a un workshop per discutere insieme in merito a un’ottimizzazione della concezione in materia d’istruzione e del modello di servizio.

21.06.2021 | Anton Maurice Regli, Comando Istruzione

© VBS/DDPS

L’idea secondo cui «Il cambiamento è l’unica costante dell’universo» era già conosciuta dal filosofo greco Eraclito. Raramente il nostro mondo si è trovato in una fase di cambiamento così ampia e rapida come lo è oggi.

Forze globali quali lo sviluppo tecnologico esponenziale, l’urbanizzazione, il cambiamento climatico o la quarta rivoluzione industriale rendono il nostro contesto sempre più volatile, incerto, complesso e ambiguo ('mondo VUCA').

Per la valutazione dei rischi in materia di politica di sicurezza ciò significa che nuove forme di minaccia vengono ad aggiungersi alle minacce e ai pericoli esistenti. Ma anche la società e le sue esigenze cambiano di generazione in generazione. Come tutte le forze armate, anche l’Esercito svizzero deve seguire continuamente questi cambiamenti, anticipando gli adeguamenti necessari, per poter adempiere anche in futuro i suoi compiti costituzionali.

All’inizio dell’anno, in occasione del rapporto dei quadri, il capo dell’esercito ha presentato la sua visione 2030 per l’esercito. Nel frattempo la via intrapresa è stata concretizzata mediante principi strategici e direzioni di marcia. L’ulteriore sviluppo dell’esercito (USEs) ha costituito il primo passo nella direzione giusta. In futuro l’esercito non dovrà tuttavia più essere rinnovato nell’ambito di ampie riforme bensì migliorarsi continuamente trasformandosi in un’organizzazione agile e in costante apprendimento. Nel corso di questo processo si tratta di garantire un’offerta moderna e flessibile nell’ambito dell’istruzione e dei servizi per la componente di milizia. A tal fine la concezione in materia d’istruzione esistente nonché l’attuale modello di servizio dovranno essere gradualmente adeguati e ottimizzati.

Possiamo affrontare questo processo soltanto insieme e mediante uno scambio di opinioni tra i militari. Perciò il capo dell’esercito intende sfruttare il potenziale della componente di milizia coinvolgendola già nella fase di raccolta di idee. A tale scopo in luglio e agosto verranno svolti dieci workshop con al massimo 20 partecipanti che si terranno in tutte le parti della Svizzera. In questi «think tank» si dovranno elaborare misure a breve termine nonché opzioni a medio termine per l’ottimizzazione e/o l’ulteriore sviluppo, al fine di aumentare l’attrattiva, la conciliabilità e l’efficienza del servizio d’istruzione. L’iscrizione ha luogo mediante una piattaforma di registrazione. In questa sede il team «Progetti e sviluppo» del Comando Istruzione, diretto dal col SMG Beni Horn, invita i militari interessati a partecipare a questi workshop e sarà lieto di ricevere numerose idee creative.

Nota: poiché i posti sono limitati, il team Progetti e sviluppo comporrà per ciascuna ubicazione un gruppo possibilmente rappresentativo. In ogni caso verrà data la possibilità a tutte le persone interessate di inoltrare le loro proposte via e-mail. A seconda della richiesta sarà possibile aggiungere delle ulteriori date per i workshop.


Ritornare alla pagina precedente Messaggi / Rapporti