print preview Ritornare alla pagina precedente WEF – CUMINAIVEL

Aereo civile precipita: straordinari per le Forze aeree al WEF

La sera del 22 gennaio un aereo civile è precipitato nella zona di Saint-Légier (VD). Con l’aiuto delle Forze aeree dell’Esercito svizzero, la Rega è riuscita a localizzare in breve tempo il Piper

23.01.2020 | CUMINAIVEL | red

Absturz

 

Era diretto a Sion il Piper Archer PA-28 che mercoledì sera è precipitato nella zona di Saint-Légier. Stando alle informazioni riferite da Ecuvillens, due persone erano a bordo del piccolo aereo. Alle 20:48 l’allarme è giunto all’ufficiale in servizio al Centro operativo delle Forze aeree di Dübendorf. 

A quell’ora gli F/A-18 delle Forze aeree avevano terminato da poco di sorvegliare lo spazio 

aereo sopra Davos. Poco prima delle manovre di avvicinamento all’aeroporto militare di Payerne, uno dei caccia di pattuglia ha ricevuto l’ordine di effettuare un rilevamento preciso del trasmettitore d’emergenza del Piper. Dopo aver ricevuto le coordinate dell’aereo precipitato dal pilota dell’F/A-18, la macchina dei soccorsi si è messa in moto: l’Esercito ha inviato un elicottero di ricerca e salvataggio (SAR Heli) ad Alpnach, mentre la Rega ha mobilitato un velivolo da 

Interlaken. Entrambi gli elicotteri erano dotati di una termocamera a infrarossi di tipo “FLIR”.

Poco dopo le 22 i soccorsi hanno individuato il piccolo aereo su una parete ripida e, come di consueto, la Rega si è poi occupata delle operazioni di recupero dei due passeggeri.