print preview Ritornare alla pagina precedente KFOR SWISSCOY

SWISSCOY Update - Il rapporto d’istruzione quale garanzia di successo

Esercitarsi, esercitarsi e ancora esercitarsi! I militari del 44° contingente della SWISSCOY hanno avuto appena il tempo di ambientarsi all'interno del settore d'impiego che già incalzano le prime sequenze d'istruzione. Al fine di creare le condizioni ottimali in vista del primo imminente posto di lavoro del contingente, sotto la direzione del capitano Stefan Merz, S6/7 del contingente, si è tenuto il rapporto d'istruzione pratico sulla piazza di tiro di Razorback in presenza di tutti gli istruttori. Fedeli al motto: i quadri devono esercitarsi per primi!

02.06.2021 | Ten col SMG Manuel Lauener, capo di stato maggiore SWISSCOY 44

SCY_Aubsildung

 

Ben ambientati, completamente equipaggiati e preparati nei minimi dettagli, gli istruttori di tutto il contingente si sono incontrati un sabato di inizio maggio sulla piazza di tiro di Razorback. «Si tratta di istruire in maniera uniforme e corretta dal profilo metodologico», ha sottolineato il cap Stefan Merz durante le spiegazioni concernenti il rapporto d'istruzione. Affinché questo aspetto sia garantito, l’istruzione non è soltanto teorica, ma viene svolta anche a livello pratico con sequenze uno a uno. Nessuno degli istruttori può quindi nascondersi e tutti devono mettere alla prova le proprie capacità quali direttori di tiro. All'occhio arguto dell'esperto S6/7 non sfugge alcun errore: quest’ultimo annota criticamente le sue considerazioni e commenta: «Il comando per la fine del tiro è «ALT» e non «ALT al fuoco!».

Tuttavia non soltanto il cap Merz, in qualità di responsabile dell'istruzione, condivide con il contingente le sue esperienze, i consigli e gli insegnamenti. Le relazioni reciproche durante il rapporto d'istruzione sono aperte e improntate al rispetto, come è consuetudine tra camerati militari. Nei brevi colloqui tra le sequenze pratiche tutti forniscono il proprio contributo e l'istruttore aiutante sottufficiale Michele Majore dell'LMT Malisevo annota: «Durante le rotazioni prestate attenzione alla posizione dei piedi, una postura sicura dopo la rotazione è un elemento essenziale per ottenere la precisione dei colpi».

Per il cap Merz il bilancio del rapporto d'istruzione è estremamente positivo. È soddisfatto della prestazione fornita dagli istruttori e della loro preparazione. Al termine del tiro spiega: «Siamo sulla buona strada. Ma pensate soprattutto a trasmettere il significato del tiro. Non si spara tanto per il gusto di sparare. Spiegate sempre il motivo, poiché ciascun programma di tiro ha un significato proprio!».

 

Con il rapporto d'istruzione pratico sono state create le basi affinché nel corso delle prossime quattro settimane il contingente possa essere istruito in maniera mirata e corretta sotto il profilo metodologico in vista dei relativi posti di lavoro. I militari avranno quindi la possibilità di partecipare a interessanti sequenze d'istruzione. Perché per loro si tratterà di esercitarsi, esercitarsi e ancora esercitarsi!