print preview Ritornare alla pagina precedente KFOR SWISSCOY

SWISSCOY Update - In visita nella verde Malisheva

In veste di team di osservatori, i Liaison and Monitoring Team (LMT) sono parte integrante della missione di pace in Kosovo. Sono in contatto diretto con la popolazione e sono gli «occhi e orecchie» della KFOR. Il compito dei LMT consiste nello stabilire contatti con la popolazione locale e raccogliere informazioni. I rapporti riassunti di questi team consentono alla KFOR di sviluppare un quadro della situazione in merito allo stato d’animo della popolazione kosovara e a eventuali potenziali di conflitto, nonché di reagire rapidamente ai cambiamenti.

19.05.2021 | Sgt Aline Brülisauer, sost ufficiale stampa e informazione

LMT_Malishevo2

 

Il viaggio da Pristina a Malisheva è sempre una piccola avventura. Una strada di campagna conduce nell’entroterra e il paesaggio è caratterizzato da prati a perdita d’occhio. Dopo quasi un’ora di viaggio si raggiunge nuovamente la civiltà e si entra a Malisheva percorrendo una strada molto trafficata.

 

Occorre pianificare bene la giornata

La giornata del LMT a Malisheva inizia sempre con un briefing mattutino. Successivamente il team commander assegna i compiti. Ogni subteam deve svolgere diversi compiti settimanali. Dopo il briefing, i membri del team si preparano all’incontro imminente. Chiedono informazioni sulla loro persona di contatto e riflettono su quali domande occorre porre per ottenere le informazioni desiderate. Quale membro di un LMT è importante essere abili nel condurre colloqui ma anche avere empatia per gli altri.

Se quando faccio la spesa non riesco a spiegarmi a causa della barriera linguistica, gesticolo in tutti i modi possibili finché non ottengo quello che cerco.

- Sergente capo Caroline Dessort, Warrant Officer e dunque responsabile per la logistica nel LMT

 

Per svolgere coscienziosamente il compito di osservazione e ascolto a favore della KFOR tra la popolazione, è anche necessario effettuare regolarmente pattugliamenti all’interno del Comune. Pertanto un pomeriggio il maggiore Reto Scherrer e il soldato Martin Hecht hanno percorso a piedi il villaggio di Malisheva, che annovera circa 3550 abitanti. In questa occasione hanno osservato se vi era qualcosa di inusuale e se vi erano cambiamenti lungo il loro percorso di pattuglia. Spesso gli abitanti hanno rivolto loro la parola e li hanno salutati amichevolmente. La popolazione stima i membri dei LMT e li rispetta; sa che si trovano nel Paese con buone intenzioni e apprezzano il lavoro svolto.

 

Il contatto con la popolazione è fondamentale

Più tardi, nel pomeriggio, il subteam del primotenente Pascal Kreuzer si è recato a una riunione nel villaggio di Damanek, a dieci minuti di macchina da Malisheva. Li ha accompagnati anche Edina, un’interprete, che ha consentito al LMT di comunicare con la popolazione locale. Quel giorno il caposquadra, il primotenente Kreuzer, e l’osservatrice, il sergente capo Caroline Dessort, sono andati in visita presso un contadino. Quest’ultimo aveva aiutato un team di osservatori del contingente precedente a riparare un guasto e per questo il LMT del contingente 44 desiderava ringraziarlo di nuovo ufficialmente. In questa occasione il team ha anche acquisito informazioni preziose sull’andamento dell’economia e sulla situazione legata al COVID-19 presso la popolazione rurale.

 

Lavoro significativo

Il follow up la sera è importante tanto quanto la preparazione per la giornata. Le informazioni raccolte sono inserite in un rapporto scritto e successivamente sono trasmesse al livello superiore, dove vengono valutate e sono uno degli elementi per il quadro della situazione della KFOR. «Un rapporto di qualità è fondamentale» afferma con convinzione il tenente Aurélien Clivaz, un osservatore. «Infatti il nostro lavoro porta alla KFOR un valore aggiunto tangibile». Il maggiore Reto Scherrer, team commander, attribuisce molta importanza alla qualità dei rapporti: «Preferiamo redigere meno rapporti, ma di qualità».

 

Quando la popolazione vede un Liaison and Monitoring Team in difficoltà, è sempre disposta a dare una mano. La maggioranza è pronta a dialogare con i LMT e fornire loro informazioni.

-Edina, interprete