print preview

Sviluppo delle competenze

Scoprite di più sulle possibilità d’impiego nell’ambito dello sviluppo delle capacità cliccando qui.

Cliccando qui accedete direttamente ai formulari di candidatura e alle date in cui ha luogo il reclutamento.

Supporto all'istruzione per il promovimento della pace

Dal 2006, l'Esercito svizzero partecipa al Kofi Annan International Peacekeeping Training Centre (KAIPTC) ad Accra, in Ghana, mettendo a disposizione alcuni propri ufficiali. L'impegno iniziale con un solo ufficiale è stato ampliato e oggi tre ufficiali svizzeri svolgono un impiego di promovimento della pace presso il KAIPTC nelle funzioni di "Head of Training, Evaluation and Development (TED)", "course director" e "digital communications / website management officer". Oltre al supporto in termini di personale, dal 2010 il DDPS finanzia due corsi all'anno e il DFAE ne finanzia un altro. L'impegno dell'Esercito svizzero si basa sull'articolo 48a della legge militare.

Nell'ambito di responsabilità del capo TED rientrano i seguenti compiti:

  • dirigere e coordinare il monitoraggio e la valutazione di tutti i corsi che vengono svolti;
  • dirigere lo sviluppo di nuovi corsi;
  • coordinare tutti gli aspetti inerenti allo sviluppo dei corsi tra il Research e il Training Departement.


Un direttore di corso è responsabile che tutti i preparativi amministrativi e logistici di un corso vengano effettuati correttamente. Inoltre coadiuva il capo TED nel suo campo d'attività.  

Secondo il Rapporto sull'esercito 2010, nell’ambito del promovimento militare della pace l'Esercito svizzero pone l'accento sull'invio di «singoli militari non armati in qualità di osservatori militari, ufficiali di stato maggiore e istruttori per lo sviluppo delle capacità nell'ambito del promovimento militare della pace sul posto». L'obiettivo è che a medio termine i militari forniscano prestazioni a favore di un massimo di cinque diversi centri di formazione. Con il suo impegno nell'ambito del KAIPTC, l'Esercito svizzero mette in atto questo mandato. 

A partire dalla sua fondazione nel 2003, il KAIPTC si è sviluppato fino a diventare la più importante istituzione di formazione e di ricerca in Africa orientale nell'ambito della prevenzione di conflitti e del promovimento della pace. Durante i 13 anni della sua esistenza, nel Centro sono stati preparati alle operazioni di pace multidimensionali circa 10 000 tra militari, agenti di polizia e collaboratori civili. E questo in ambiti tematici molto differenti come l'analisi di conflitti e la mediazione, la riforma del settore della sicurezza, la cooperazione civile-militare, la protezione della popolazione, il diritto internazionale bellico o la pianificazione e la logistica. Inoltre il Centro offre due programmi di master riconosciuti.

Il Centro appartiene all'Esercito ghanese. I circa 300 impiegati sono per la maggior parte cittadini ghanesi e si compongono di personale militare e civile. Il Centro si trova in un impianto di grandi dimensioni poco al di fuori dell'Accra. L'impianto comprende, oltre ai locali adibiti ad ufficio, anche i locali per le riunioni, una biblioteca come pure una mensa. Per i partecipanti ai corsi sono inoltre disponibili delle camere per ospiti. Il personale abita in alloggi privati al di fuori del Centro.

L’Esercito svizzero è presente con due ufficiali all’École de Maintien de la Paix Alioune Blondin Bèye (EMP-ABB) a Bamako, dove militari, agenti di polizia e civili vengono preparati per affrontare operazioni di pace multidimensionali. Il primo ufficiale svizzero ha iniziato il suo impiego non armato come istruttore in questo centro di formazione nel novembre 2019. Nell’agosto 2020 l’impegno è stato esteso con l’invio di un secondo ufficiale nella funzione di direttore degli stage ad interim, il quale è responsabile della pianificazione annuale, del coordinamento di tutte le attività e della preparazione di tutti i corsi. Dopo una rotazione di personale nel novembre 2020, la funzione di istruttore è stata sostituita con quella di capo IT, competente per la gestione dell’infrastruttura digitale nonché per lo sviluppo dell’LMS. L’elenco dei compiti degli ufficiali che prestano servizio presso l’EMP-ABB si basa prevalentemente sulle competenze professionali, sulle esperienze raccolte durante altre missioni come pure sulle esigenze della scuola.

L’impiego dell’Esercito svizzero si fonda sull’articolo 48a della legge militare e sulla decisione del capo DDPS del 12 febbraio 2019. Tale decisione consente, durante una fase pilota di due anni, un impiego di due militari al massimo nonché, se del caso, di finanziare progetti su richiesta dell’EMP-ABB. In base a una valutazione effettuata dalle RI D (Relazioni internazionali Difesa), il 18 novembre 2021 il capo del DDPS ha prolungato di un anno questa fase pilota.

Secondo il Rapporto sull’esercito 2010, nell’ambito del promovimento militare della pace uno degli accenti principali dell’Esercito svizzero è l’invio di «singoli militari non armati in qualità di osservatori militari, ufficiali di stato maggiore e istruttori per lo sviluppo delle capacità nell’ambito del promovimento militare della pace sul posto». L’obiettivo consiste, a medio termine, nel fornire prestazioni con militari in un massimo di cinque diversi centri d’istruzione. L’Esercito svizzero concretizza questo compito con l’impiego dell’EMP-ABB nel Mali nonché presso il Kofi Anan International Peace Training Centre (KAIPTC) nel Ghana. 

Il Centro di formazione EMP-ABB è l’unico centro riconosciuto dall’ONU in Africa che si trova in una regione francofona e offre quindi corsi in francese. Dalla sua fondazione, donne e uomini provenienti dall’ambito militare, di polizia e civile da 40 Paesi africani hanno assolto corsi incentrati su diversi temi come la mediazione, la riforma del settore della sicurezza, l’analisi di conflitti, la cooperazione civile-militare, la protezione della popolazione civile, il diritto internazionale bellico, l’uguaglianza di genere come pure la pianificazione e la logistica. L’EMP-ABB propone inoltre un programma di master. 

Il 26 marzo 2007 è stata aperta l’EMP-ABB nell’ubicazione attuale che si trova nel centro di Bamako, nel quartiere degli affari. Gli inizi dell’EMB-ABB risalgono tuttavia a diversi anni prima. Nel 1990 la Comunità economica degli Stati dell’Africa Occidentale (ECOWAS) impiegò per la prima volta il cosiddetto Monitoring Group multinazionale (ECOMOG) quale forza armata durante la guerra civile in Liberia. Tale impiego mostrò la necessità di ottimizzare l’istruzione degli ufficiali africani nelle tecniche del promovimento della pace. Nel 1999, grazie a un partenariato franco-ivoriano, fu aperto il primo centro di formazione africano nell’ambito del promovimento della pace, ossia l’Ecole de Maintien de la Paix (EMP), a Zambakro nella Costa d’Avorio. In seguito a una crisi politica interna nel settembre 2002, l’EMP fu trasferita nella Repubblica del Mali, più precisamente a Koulikoro, che si trova a 60 chilometri circa a nord-est di Bamako. Tuttavia, visto che la capacità di alloggi era troppo limitata in considerazione del crescente fabbisogno di corsi, grazie al sostegno finanziario internazionale è stato costruito un nuovo centro di formazione a Bamako.

Il centro di formazione comprende, oltre a uffici, locali destinati all’istruzione e all’alloggio, anche sale riunioni e per convegni, una biblioteca nonché una mensa. Inoltre, l’EMP-ABB dispone di un proprio istituto di ricerca, ovvero del Centre d’analyse et de recherche sur l’espace sahélo-saharien (CARESS). Il personale attivo presso l’EMP-ABB è composto prevalentemente da donne e uomini del Mali nonché da alcune persone di provenienza internazionale, attivi in ambito militare, di polizia e civile.