print preview Ritornare alla pagina precedente Promovimento militare della pace

SWISSCOY Update - Esercitazione sanitaria multinazionale presso il camp Film City

Sotto la direzione del Chief Nurse del contingente svizzero della KFOR e del comandante austriaco del gruppo ambulanza, a inizio maggio si è tenuta un'esercitazione sanitaria multinazionale con l'obiettivo di consolidare la collaborazione internazionale e testare il livello d'istruzione nonché la comunicazione in questo ambito.

07.06.2021 | PIO AUTCON/KFOR, OR-5 ÖAUO (sottufficiale relazioni pubbliche) Sebastian Schreiber / uff stampa e info 44° contingente della SWISSCOY, uff spec Michelle Steinemann e sgt Aline Brülisauer

SCY_Medics

 

 

All'esercitazione hanno partecipato un team d’intervento e un team di pronto soccorso. Quest'ultimo era formato da soccorritori diplomati, da un medico d'urgenza e da un conducente. La Joint Medical Branch (JMED), il servizio medico di stato maggiore della KFOR, ha messo a disposizione un figurante. I due team internazionali erano composti da militari svizzeri e austriaci come pure da un americano.

La situazione di partenza era la seguente: una pattuglia aveva trovato una persona distesa a terra immobile. Il figurante era caduto e aveva subito un trauma cranico con disturbi della sensibilità alle mani. La pattuglia aveva allarmato immediatamente il personale sanitario. Al suo arrivo il team di pronto soccorso ha constatato le ferite riportate e ha cominciato ad assistere la vittima. In seguito è stato allarmato il gruppo d’intervento in modo che potesse fornire supporto. Per rendere il tutto più impegnativo, nello scenario per la decina di partecipanti è stato utilizzato un manichino da rianimazione CPR che occorreva rianimare. Dopo circa 45 minuti il paziente e il manichino da addestramento erano stati assistiti ed erano pronti per il trasporto.

In seguito all’esercitazione si è svolto un debriefing con l'obiettivo di standardizzare i processi. Per esempio è risultato che per lo stesso materiale sanitario vengono utilizzate diverse denominazioni a seconda della nazionalità dei partecipanti. Nel caso dei primi soccorsi a una persona ferita ciò può comportare un’inutile perdita di tempo. Gli elementi sanitari hanno rielaborato anche il piano d’allarme al fine di poter garantire un’assistenza ancora più rapida dei soldati feriti.

I team di pronto soccorso e i gruppi d’intervento internazionali aumenteranno la loro prontezza anche in futuro con ulteriori esercitazioni. Così saranno in grado di garantire ai membri della FKOR un’assistenza ancora più rapida e ottimale in seguito a infortuni. Internazionalità significa imparare gli uni dagli altri e migliorare di giorno in giorno.