print preview

Multicard AWB

Tutta la serie di varie e molteplici tessere personali e impersonali sarà sostituita da una sola multicard AWB per tutti e polifunzionale («one Badge for all»). I nuovi multicard, che servono anche come tessera e come smartcard, si basano sui più recenti standard di sicurezza e hanno tutti la stessa grafica.

Unbenannt-1

La multicard AWB aumenta la sicurezza e unisce in una sola tessera le seguenti funzioni elettroniche.

  1. Documento d'identificazione
  2. Controllo elettronico dell'accesso per diverse ubicazioni
  3. Smartcard della Swiss Government PKI
  4. Rilevamento del tempo di lavoro presso i terminali PT del DDPS
  5. Secure Printing
  6. Pagamento ai distributori automatici

Dal 1° gennaio 2019, su appuntamento, è possibile ottenere la multicard AWB presso tutti gli uffici RA.

Questo vale per tutti i nuovi collaboratori e per i fornitori di prestazioni esterni che necessitano di una multicard AWB. Inoltre tutti i documenti e le Smartcard smarriti, scaduti o danneggiati verranno sostituiti unicamente con una nuova multicard AWB. A partire da questa data il documento di legittimazione del personale federale potrà essere ordinato solamente quale documento d'identificazione, in quanto tutti i diritti d'accesso verranno rilasciati unicamente sulla multicard AWB.

Attenzione:
La Multicard AWB  sarà in futuro utilizzata come carta d'identità visiva all'interno del DDPS.

La Multicard AWB non sostituisce la carta d'identità federale - Esse continua a fungere come carta d'identità visiva a livello di amministrazione federale.

Introduzione

Apartire dal 1°gennaio 2019 è stata avviata la migrazione della nuova multicard AWB. Tale migrazione avverà in modo scaglionato, secondo i luogi.

 

Questo cambiamento interessa tutti i collaboratori del DDPS salvo quelli dell'UFSPO e di swisstopo. Le unità organizzative ricevono in anticipo le relative informazioni.

I militari riceveranno la multicard AWB a partire dal 2020 (tramite la scuola reclute). Da subito in occasione del reclutamento viene già scattata una fotografia, in modo tale da consentire in seguito la produzione su larga scala delle multicard AWB necessarie. I collaboratori del DDPS che prestano servizio utilizzeranno la stessa carta sia in ambito civile che in ambito militare (analogamente a quanto avviene oggi con la Smartcard). I militari di milizia già incorporati ricevono la multicard AWB solo in casi eccezionali (per es. WEF o impieghi speciali).

Ulteriori informazioni sulla fase d'introduzione e sulle modalità di funzionamento della multicard AWB sono disponibili sul sito www.esercito.ch/awb. Su questo sito Web vengono in particolare pubblicati anche i promemoria e le guide per aiutarvi a compiere i primi passi con la nuova multicard AWB. 

Come ottenere una nuova multicard AWB

  1. I nuovi collaboratori ricevono automaticamente la nuova multicard AWB.
  2. I collaboratori dell’UFPP e di armasuisse devono ricevere la nuova carta prima del trasloco nel nuovo edificio in Guisanplatz 1.
  3. Le carte scadute, danneggiate o smarrite vengono sostituite con la nuova multicard AWB.
  4. È possibile contattare a titolo volontario un ufficio RA per passare alla nuova multicard AWB.
 


Processi

Il futuro titolare si reca personalmente presso un centro di rilascio.

Prova la propria identità presentando documento apposito, registra sul posto foto e firma e si fa rilasciare il proprio badge.

L’utente attiva il Criptochip (Smartcard) direttamente presso il centro di rilascio e immette il PIN da lui/lei scelto.

Nota bene: portare dietro un passaporto/documento di identità valido

Il cliente ordina diverse Multicard AWB * personali presso la CC PKI e le riceve per posta.
* se il Soldato non ha ancora fatto l'immagine, una Smartcard con lo stesso processo è attualmente in esecuzione fino all'estate 2020. 

Parallelamente, il futuro titolare riceve il codice per l’attivazione della multicard per posta al suo indirizzo privato.

L’autore dell’ordinazione consegna personalmente la multicard al titolare dopo averne constatato l’identità sulla base di un documento di viaggio valido.

Una volta ricevuta la multicard, il titolare deve eseguirne l’attivazione su una postazione di lavoro BURAUT o rete PC.

Nota bene: alla consegna della multicard portare dietro un passaporto/documento di identità valido

 

L’utente si rivolge personalmente ad un centro di rilascio.

Al centro di rilascio viene prodotta, secondo il processo "Rilascio multicard, caso normale", una nuova multicard che viene consegnata quindi all'utente.

Vengono anche registrate una nuova foto formato tessera e un nuova firma.

Nota bene: portare dietro un passaporto/documento di identità valido.

L’ultimo giorno di lavoro, l’utente restituisce la propria multicard personale al suo diretto superiore.

Caso particolare milizia: la multicard può essere spedita direttamente al CC PKI oppure va riconsegnata al più tardi al momento della cessione del materiale alla fine del servizio militare.

 

Per la conferma della restituzione, si può usare il formulario "Conferma restituzione multicard AWB". 

Funzioni del smartcard

La multicard AWB sostituisce la precedente Smartcard integrandone le funzioni sotto forma di un Criptochip sul retro del badge.

 

Ulteriori approfondite informazioni sulla Smartcard.

La Smartcard è bloccata in quanto è stato inserito più volte (5 volte) un PIN sbagliato.

Procedura

L'utente della Smartcard deve contattare la Help Desk DDPS (058 465 22 22) e richiedere una richiesta di reimpostazione del PIN. Dopo la chiamata, l'utente può su qualsiasi dispositivo (presso IKK, superuser, colleghi di ufficio, comandante, RA, ...) con un lettore di schede esterno, scritto nel manuale del dispositivo BURAUT o del notebook KP-Netz, eseguire il ripristino del PIN.

Osservazioni

Il codice PIN deve contenere almeno 6 cifre e non deve essere costituito da combinazioni di numeri facilmente identificabili. Ad esempio, la data di nascita dell'utente o dei suoi familiari, il numero di telefono o di Targa dell'utente o altro dall'ambiente personale facilmente determinato dalla combinazione di numeri.

 

Una procedura di Key Recovery è necessaria dopo lo smarrimento o il guasto di una Smartcard, se con tale Smartcard erano stati cifrati dati (per es. con Outlook o SecureCenter) che saranno ancora necessari in futuro.

Procedura

  1. Richiedere il Key Recovery
    Il possessore dei certificati deve eseguire il login tramite il link riportato in basso (a piè di pagina) e generare una richiesta di Key Recovery. La richiesta vale automaticamente per tutte le chiavi di cifratura presenti.

  2. Verifica della richiesta e presa di contatto telefonica
    Per ragioni di sicurezza, prima di poter eseguire il Key Recovery effettivo, la richiesta deve essere approvata da un altro organo (organo responsabile del Key Recovery). Un responsabile Key Recovery prende contatto telefonicamente con il richiedente entro 24 ore, in modo tale da chiarire quali certificati sono effettivamente necessari e identificare l'utente. In seguito il responsabile Key Recovery approva (o respinge) la richiesta.

  3. Informazione sull'approvazione della richiesta
    Dopo l'approvazione della richiesta, l'utente viene informato via e-mail e viene invitato a recarsi presso un ufficio di registrazione per memorizzare sulla Smartcard la chiave di cifratura ripristinata. L'utente deve ora fissare un appuntamento presso un ufficio di registrazione di sua scelta.

  4. Recarsi di persona presso l'ufficio di registrazione (RA) con un documento valido e la Smartcard
    L'ufficio di registrazione memorizza la chiave di cifratura richiesta e autorizzata sulla Smartcard valida dell'utente. Come documenti vengono accettati la carta d'identità e il passaporto.

  5. Ricodificare le e-mail e i file tramite l'apposito tool
    La chiave di cifratura ripristinata può essere utilizzata per decifrare documenti che erano stati cifrati in passato con la chiave stessa (per es. tramite SecureCenter o Outlook). Dopo il ripristino di una chiave di cifratura, tutti i documenti che erano stati cifrati con questa chiave devono essere decifrati e nuovamente cifrati con la nuova chiave di cifratura. Per ricodificare le e-mail e i file è necessario utilizzare gli appositi tool di ricodifica (in Outlook e in SecureCenter).

 

Osservazioni:

Non è possibile eseguire un Key Recovery ripristinando le chiavi della Smartcard SD-PKI sulla Smartcard Swiss Government PKI!
  

Questo link funziona solo con una carta SG-PKI:

Generare una richiesta di Key Recovery