print preview

Ritornare alla pagina precedente Scuola centrale


Trasmettere valori e virtù – intervista al cdt SC e al suo sostituto

Dal 1° gennaio 2017 il brigadiere Peter Baumgartner è comandante della Scuola centrale (SC) e il colonnello SMG Gregor Metzler è il suo sostituto. Dato che fino a fine anno il comandante conduce in parallelo una br fant mont, la ripartizione del lavoro con il suo sostituto è indispensabile. Colloquio con il br Baumgartner e il col SMG Metzler sul tema degli investimenti, della condotta e dell’amicizia.

08.03.2017 | Comca ISQE

Il brigadiere Peter Baumgartner, comandante della Scuola centrale (SC)
Il brigadiere Peter Baumgartner, comandante della Scuola centrale (SC)

Comca ISQE: Vi conoscevate già prima di essere nominati comandante e sostituto del comandante della Scuola centrale?

PB: Sì, siamo amici da anni. Tra l’altro, nel 2015 abbiamo concluso nello stesso momento il master in Security Policy and Crisis Management al PF di Zurigo, e abbiamo persino scritto insieme la tesi di master. È stato un periodo intenso, che ci ha molto uniti.

GM: Abbiamo seguito gli studi parallelamente all’attività professionale e l’investimento ha dato i suoi frutti. Il nostro lavoro finale «Di quale strategia d’istruzione necessita l’Esercito svizzero?» è confluito direttamente nell’USEs ed è parte integrante della nuova data d’ordine dell’esercito.

Comca ISQE: Brigadiere Baumgartner, dal 1° gennaio 2017 non è solo comandante della SC, ma fino a fine anno è anche cdt della br fant mont 12 a Coira. Come riesce a conciliare due posizioni di comando?

PB: Fino alle vacanze estive, il 20 per cento del mio tempo di lavoro è a Lucerna e l’80 per cento a Coira. Dopo le vacanze estive, la percentuali si invertiranno. Alla fine del 2017 la br fant mont 12 si scioglierà e da gennaio 2018 potrò dedicarmi a tempo pieno ai compiti della SC. Al momento la sfida per me consiste nell’orientarmi negli argomenti della SC senza essere sempre sul posto. Il mio sostituto si fa carico dell’onere principale durante la mia assenza: è un impegno straordinario, quello profuso dal col SMG Metzler!

GM: Quando il comandante non è a Lucerna, dirigo la SC in qualità di sostituto del comandante, sono comandante del corso di formazione Cfo cond II e Cfo SM I e capo di stato maggiore della SC. Per me è un’opportunità, ma sarò anche contento nel momento in cui il team di quadri sarà di nuovo al completo.

PB: Per queste ragioni abbiamo deciso che nel 2017 continueremo a svolgere i corsi di formazione esistenti nella qualità elevata come di consueto. Nel periodo introduttivo, la mia attenzione è rivolta principalmente alle strutture e ai corsi di formazione della SC che saranno introdotti con l’avvio dell’USEs.

Comca ISQE: Dal 1° gennaio 2017, l’ex cdt SC, div Daniel Keller, è il cdt ISQE, quindi ora è il suo superiore. Vi capita di avere discussioni?

PB: No, vivo molto positivamente questa situazione. Il div Keller ha lasciato il segno nella SC, possiamo realizzare le sue idee e all’occorrenza contare sul suo sostegno. Per esempio, ha sviluppato il «Vademecum per la condotta dei corpi di truppa 17» (VCCT 17), che quest’anno introdurremo assieme.

Comca ISQE: Entrambi, prima della carriera di militari di professione, lavoravate in ambito civile. Cosa vi ha spinti a cambiare?

PB: Ho scoperto la mia attuale professione di ufficiale di milizia. Mi piace lavorare con le persone, istruire i militari, entusiasmare. Il mix di teoria e pratica corrisponde al mio temperamento. Inoltre, in questo mestiere non ci si annoia mai: circa ogni quattro anni ci viene affidato un nuovo compito e dobbiamo ricominciare daccapo per affermarci in un altra funzione. Non mi sono mai pentito della mia scelta professionale!

GM: Prima svolgevo la seconda professione più bella, quella di ingegnere civile. Costruivo ponti e case, che sono tuttora visibili. Nella professione più bella, quella che esercito attualmente, formiamo i giovani futuri quadri.

PB: E proprio per questo dobbiamo dare l’esempio, trasmettere valori e virtù. A tal fine mi attengo in modo coerente alla nostra cultura in materia di condotta militare, così come è descritta nel Regolamento di servizio. Per praticare la «condotta mediante obiettivi» è necessario sperimentare in modo coerente la fiducia, l’informazione e la comunicazione, la riflessione attiva e l’impegno, la disciplina, la coesione e il rendimento. Sono principi in linea con i nostri valori, ma potrebbero anche essere principi di condotta per l’economia.

GM: E questo ci riporta a uno degli obiettivi che perseguiamo nell’ISQE: convincere l’economia e la società del valore aggiunto di un’istruzione militare.

 

 

 

Ritratto del br Peter Baumgartner

Brigadiere Peter Baumgartner
Brigadiere Peter Baumgartner

*1965, vive a Mosnang (SG), sposato, due figli, formazione professionale come agricoltore e agente tecnico-commerciale, militare di professione da 27 anni, in inverno gli piace sciare (discesa e fondo), in estate trascorrere il tempo sull’acqua e viaggiando in camper.

Ritratto del col SMG Gregor Metzler

Colonello SMG Gregor Metzler
Colonello SMG Gregor Metzler

*1967, vive a Berneck (SG), sposato, una figlia e un figlio, formazione professionale come ingegnere civile, militare di professione da 20 anni, gli piace praticare sport, in particolare il ciclismo, e ama viaggiare con la famiglia.


Ritornare alla pagina precedente Scuola centrale