print preview Ritornare alla pagina precedente Formazione d’addestramento del genio/salvataggio/NBC

Campionati Europei di canottaggio a Lucerna: più della metà degli equipaggi svizzeri sono composti da soldati sport

La delegazione di Swiss Rowing in occasione dei campionati europei che si terranno sul Rotsee da 31 maggio al 3 giugno comprende 11 barche, con 10 atlete e 14 atleti. Ben 14 dei 24 convocati sono soldati sport.

27.05.2019 | UFSPO, Kurt Henauer

Pascale_Walker_Valerie_Rosset
Pascale Walker, Valérie Rosset. Foto: Swiss Rowing

La delegazione di Swiss Rowing in occasione dei campionati europei che si terranno sul Rotsee da 31 maggio al 3 giugno comprende 11 barche, con 10 atlete e 14 atleti. Ben 14 dei 24 convocati sono soldati sport.

Fra le donne alla testa della squadra svizzera si trova la soldatessa a contratto temporaneo Jeannine Gmelin, vincitrice della coppa del mondo e argento ai mondiali, che si presenta alla partenza per difendere il titolo. Nel due di coppia maschile si trovano il soldato a contratto temporaneo Barnabé Delarze e il soldato sport Roman Röösli, l’anno scorso medaglia di bronzo ai CM nel singolo.

Ad eccezione del due di coppia pesi leggeri donne con Frédérique Rol e Patricia Merz, classificatesi l’anno scorso al terzo posto, in ognuna delle undici barche si trova un o una atleta incorporato come soldato sport. Anche tre delle quattro riserve sono in servizio. L’anno scorso i canottieri inquadrati nell’esercito hanno svolto in totale 1402 giornate di CR per allenamenti e gare; quest’anno siamo già a 815 giorni. Nella statistica non sono compresi Gmelin e Delarze, atleti di punta incorporati come militari a contratto temporaneo.

Notevole il significato del sostegno da parte dell’esercito

Il direttore della FSSC Christian Stofer esprime a chiare lettere il proprio apprezzamento per l’impegno da parte dell’esercito: «Il sostegno apportato dall’esercito svizzero è molto importante sul piano finanziario per Swiss Rowing. I due atleti di punta con contratto temporaneo Jeannine Gmelin e Barnabé Delarze grazie al contratto a tempo parziale non hanno problemi finanziari. Gli atleti e le atlete inquadrati come soldati sport, a seconda dell’età, possono dedicare agli allenamenti e alle gare fino a 130 giorni con soldo e indennità per perdita di guadagno.»