print preview Ritornare alla pagina precedente Formazione d’addestramento del genio/salvataggio/NBC

Soldati tosti nell’arena di segatura

A circa sei mesi dalla Festa federale a Zugo diversi dei nostri «tosti» lottatori si trovano a Macolin per svolgere la scuola reclute per atleti di punta.

07.02.2019 | Peter Lerch, UFSPO

SCHWEIZ SCHWINGEN
Fotografia: Keystone

Quest’offerta è il risultato della collaborazione fra l’esercito svizzero e la federazione svizzera di lotta ESV. A Macolin le giornate non sono interamente dedicate alla formazione militare, poiché gran parte del tempo è sport e recupero.

Ad intervalli regolari i soldati si recano nell’arena di segatura a Aarberg per svolgere l’allenamento specifico e efficace che nell’ambito del corso invernale di ripetizione militare è una preparazione ideale per la stagione agonistica che culmina con la festa federale in agosto. Il nuovo progetto per una palestra tripla a Macolin prevede anche un arena per la lotta svizzera in modo che i soldati lottatori possano svolgere l’intera formazione nel perimetro dell’UFSPO.

Giovedì i rappresenti della federazione ESV e dell’esercito hanno informato sulla collaborazione fruttuosa e per farlo hanno scelto l’arena del club di lotta svizzera di Kirchberg BE al quale appartengono fra gli altri anche Adrian Käser e Matthias Sempach, due vincitori di corone non più attivi. A Kirchberg sono intervenuti in diverse tenute Matthias Aeschbacher, Simon Anderegg, Matthias Glarner, Philipp Gloggner, Remo Käser, Armon Orlik, Patrick Schenk, Remo Stalder, Kilian Wenger, Joel Wicki e Niklaus Zenger. Per completare questa rosa di campioni e dei favoriti per la stagione di lotta 2019 mancano all’appello solo Christian Stucki e Samuel Giger. Durante due ore i gladiatori hanno dimostrato come si allenano alternandosi in abbinamenti dei diversi club.

Da diverso tempo Macolin offre condizioni e infrastrutture di alta qualità per atleti di punta elvetici che si preparano alle Olimpiadi o ai campionati mondiali oppure anche alle competizioni di lotta svizzera. È anche possibile svolgere una parte del contingente militare all’estero, come ad esempio i triatleti in Sudafrica durante la stagione estiva locale. Il corso di ripetizione dei lottatori invece si svolge in un periodo ideale al di fuori della stagione agonistica.

Questa collaborazione è dovuta fra l’altro all’iniziativa del campione Matthias Glarner che, originario di Meiringen BE, ha svolto studi di scienze dello sport e una formazione di maestro di sport a Macolin.

Lo sport è l’unità militare che vanta il maggior numero di donne nell’esercito. La quota femminile di tutti i soldati che svolgono la scuola reclute di 18 settimane o i corsi di ripetizione ammonta al 10,3 percento.