print preview Ritornare alla pagina precedente Forze aeree

Precisione femminile per la sicurezza aerea

L’Esercito svizzero si impegna da anni nella promozione delle donne, sia nella milizia che all’interno dell’organizzazione professionale. Ne è la prova Christina Keller, capo Supporto Forze aeree negli aerodromi militari di Emmen e Alpnach. Nel suo ruolo di dirigente dimostra di possedere creatività, spirito d'innovazione e coscienza ecologica.

04.01.2021 | Comunicazione Difesa, Simon Grunder e Eve Hug

Büro_it
Christina Keller, capo Supporto Forze aeree negli aerodromi militari di Emmen e Alpnach. © VBS/DDPS, Dominique Schütz

Per Ueli Tschan, capo del Centro logistico dell’esercito Othmarsingen, l'avanzamento delle donne è sempre stata una questione importante di cui tenere conto nelle proprie decisioni. È stato lui come diretto superiore di Christina Keller a destinarla come prima donna alla funzione di capo Supporto Forze aeree. Tschan e Keller pensano entrambi che le donne siano poco considerate nell’esercito e che il lavoro del Supporto Forze aeree non riceva un adeguato apprezzamento. È più che mai ora di cambiare. I due uniscono le forze, Keller portando avanti il suo lavoro innovativo e Tschan persegundo in modo coerente il suo intento di far avanzare le donne. Dalla metà del 2019 Christina Keller guida un team di 40 persone ed è responsabile di numerosi servizi logistici negli aerodromi militari di Emmen e Alpnach.

Un millilitro divide il successo dalla catastrofe

L'importante sicurezza dei velivoli in partenza e in arrivo da Emmen e Alpnach ricade interamente sotto la responsabilità del team di Christina Keller. Il team garantisce ad esempio la pulizia delle piste, indispensabile per lo svolgimento dei voli senza incidenti. «Se a terra non si lavora con pulizia e precisione, non si può mandare in volo nessuno», afferma Keller.

L’inverno con le sue nevicate anche abbondanti può rappresentare una grossa sfida. I collaboratori del team si aggiornano periodicamente sui sistemi di pulizia delle piste e di sgombero della neve; inoltre fanno parte del servizio antincendio interno e sono pronti a intervenire in qualsiasi momento. Bisogna anche controllare regolarmente le luci di segnalazione del sistema di atterraggio sulle piste, verificando che abbiano sempre esattamente l’inclinazione prescritta. Un centimetro troppo in basso e le luci forniscono al pilota informazioni fuorvianti che potrebbero ripercuotersi negativamente sulla sicurezza del volo.

Un altro compito importante è il controllo della qualità del carburante. Un carburante di bassa qualità rischia di danneggiare il motore e provocare, nello scenario peggiore, la caduta del velivolo. Supporto Forze aeree si occupa anche di gestire il deposito delle parti di ricambio a Emmen e Alpnach, dove i pezzi in magazzino devono essere ordinati in base alla loro data di scadenza. «L’impiego di un pezzo di ricambio scaduto su un velivolo può avere conseguenze drammatiche sulla sicurezza aerea.»

Attenzione all’uomo e all’ambiente

La collaborazione con le diverse altre organizzazioni presenti in loco, come la Base di aiuto alla condotta, la polizia militare, armasuisse, RUAG e Skyguide non è sempre semplice. Per Christina Keller la chiave del successo si fonda sulla comprensione tecnica dei propri interlocutori, sulla capacità di definire le priorità e su un atteggiamento amichevole con tutti: «questi sono i valori che rendono possibile una coesistenza costruttiva. Ci tengo molto a renderli parte del mio modo di vivere.»

La sostenibilità e la protezione dell’ambiente sono per lei altri temi importanti nel lavoro di tutti i giorni: crede nell’importanza di alimentare la struttura con energia da fonti rinnovabili e di promuovere la biodiversità. Ad esempio ha voluto sostituire l’edera che cresceva lungo il perimetro dell’edificio piantando personalmente delle piante erbacee perenni. Bisognose di poche cure, queste piante sono una fonte di cibo per gli animali e le persone, oltre a incrementare la varietà della flora presente nell’aerodromo militare di Emmen.

Christina Keller si occupa con precisione femminile della sicurezza aerea e guida con successo come prima donna capo di Supporto Forze aeree il suo team con spirito creativo, innovativo ed ecologico. Chapeau!

Foto

Sullo stesso argomento

Un esercito per tutti