print preview Ritornare alla pagina precedente Forze aeree

Ogni giorno in impiego

Le Forze aeree non svolgono impieghi solo quando si verifica una situazione d'emergenza, ma forniscono prestazioni indispensabili per 365 giorni all'anno. Salvaguardano la sovranità sullo spazio aereo, garantiscono il servizio di polizia aerea, proteggono conferenze internazionali, cercano persone disperse, forniscono aiuto in caso di catastrofi naturali e trasportano truppe, materiale o persone.

14.08.2020 | Comunicazione Difesa, Eve Hug

6880_035_Alexander Kühni
Aerei delle Forze aeree svizzere: F/A-18, PC-21 e PC-7. (Foto: VBS/DDPS, Alexander Kühni)

Le Forze aeree svolgono impieghi quotidianamente al fine di garantire la sicurezza nello e dallo spazio aereo. Sorvegliano lo spazio aereo svizzero 24 ore su 24 per mezzo di radar e verificano che le regole del traffico aereo vengano rispettate. Solo le Forze aeree possiedono i mezzi necessari per aiutare gli aerei civili in difficoltà e per impedire l'utilizzo abusivo dello spazio aereo svizzero.

Servizio di polizia aerea

Fino alla fine del 2020 le Forze aeree sono pronte ogni giorno dell'anno dalle 6 alle 22 ad alzarsi in volo entro 15 minuti al massimo con due F/A-18. A partire da gennaio 2021 questa prontezza sarà garantita 24 ore su 24. Gli F/A-18 effettuano ogni anno oltre 600 ore di volo in impieghi per il servizio di polizia aerea. In tale ambito eseguono da 20 a 40 «hot mission» in caso di gravi violazioni delle regole del traffico aereo o della sovranità sullo spazio aereo e da 250 a 350 «live mission», vale a dire controlli di aeromobili di Stato stranieri nello spazio aereo svizzero.

Protezione di conferenze

Quando durante una conferenza internazionale sul suolo svizzero vengono poste restrizioni all'utilizzo dello spazio aereo, le Forze aeree impongono il rispetto di tali restrizioni. Dal 2003 le Forze aeree garantiscono ad esempio la protezione della conferenza del WEF a Davos. Per tali occasioni, oltre agli aerei da combattimento F/A-18, vengono impiegati anche elicotteri Super Puma e velivoli PC-7. Per sicurezza anche la difesa terra-aria viene messa in posizione.

Ricerca di persone

Le Forze aeree tengono permanentemente in prontezza elevata 365 giorni all'anno un elicottero Super Puma equipaggiato di sistema di ricerca a infrarossi FLIR per poter decollare nel giro di un'ora a ogni ora del giorno e della notte. Questa prontezza serve per la ricerca e il salvataggio, in particolare di persone disperse, più raramente per localizzare velivoli precipitati. Ogni anno le Forze aeree coadiuvano la polizia e il Corpo delle guardie di confine nell'ambito di 20 fino a 50 operazioni di ricerca di persone.

Aiuto e supporto

Gli elicotteri vengono tuttavia impiegati anche in caso di catastrofi come incendi boschivi, siccità persistente, ondate di maltempo e altre catastrofi naturali. Solo poco tempo fa le Forze aeree hanno aiutato a spegnere un incendio boschivo in Ticino. Inoltre le Forze aeree forniscono diverse prestazioni di supporto a favore della polizia e del Corpo delle guardie di confine, ad esempio nella sorveglianza dei confini oppure con prestazioni di trasporto. Le ore di volo effettuate nel quadro dell'aiuto in caso di catastrofe variano notevolmente di anno in anno e in gran parte non sono pianificabili.

Impiego all'estero

Le Forze aeree svizzere non effettuano voli soltanto in Svizzera ma nel quadro dell'aiuto internazionale in caso di catastrofe e dell'aiuto umanitario internazionale anche all'estero. Dal 2002, ad esempio, da due a tre elicotteri Super Puma sono stazionati in Kosovo al fine di garantire sul posto prestazioni di trasporto per le truppe impiegate nel promovimento della pace. Anche in questo caso vale il principio: le Forze aeree svizzere non svolgono impieghi solo quando succede qualcosa, ma forniscono prestazioni indispensabili in ogni giorno dell'anno.

Foto