print preview Ritornare alla pagina precedente Forze aeree

Emmen: importante ubicazione della difesa aerea da 80 anni

Il 24 e il 25 maggio l'aerodromo militare di Emmen ha celebrato con due giornate delle porte aperte l'80° anniversario dalla sua fondazione. L'interesse da parte della popolazione è stato enorme: oltre 40 000 visitatori si sono recati sul posto per assistere alle esibizioni di volo dell'Esercito svizzero. Gli organizzatori avevano composto un programma variato, offrendo al pubblico la possibilità di gettare uno sguardo dietro le quinte di uno dei più importanti aerodromi militari della Svizzera.

31.05.2019 | Comunicazione Difesa , Anthony Favre

Titelbild
La Patrouille Suisse ama giocare in casa: dal 1993 Emmen è la sua «homebase» (foto: Stefan Scheuteri, Anthony Favre)


Le esibizioni dei PC-9, dei PC-21 e dei Cougar. Una breve pausa per riprendere fiato e poi seguono le esibizioni del PC-7 TEAM e degli F/A-18. Gli eventi si susseguono incessantemente durante le giornate delle porte aperte presso l'aerodromo militare di Emmen e nei cieli sopra Lucerna agli oltre 40 000 visitatori presenti viene offerto un programma ricco di avvenimenti. Già nella mattinata gli esploratori paracadutisti della compagnia di esploratori paracadutisti 17 avevano aperto le celebrazioni lanciandosi sull'aerodromo con il paracadute da un Pilatus Porter. Hanno poi fatto seguito lungo tutto il corso della giornata diverse esibizioni di jet e di elicotteri, mentre la giornata si è conclusa con l'entusiasmante show aereo della Patrouille Suisse, che accompagnata dall'inno nazionale ha saputo suscitare grandi emozioni.

Dietro le quinte

Parallelamente alle numerose esibizioni di volo, il pubblico presente ha potuto informarsi in merito alle diverse attività delle unità organizzative dell'esercito. Nell'area si trovavano numerosi stand che hanno consentito ai visitatori di gettare uno sguardo dietro le quinte dell'aerodromo. Tutto ciò è stato accompagnato da diverse esposizioni dedicate al lavoro delle organizzazioni partner La Base logistica dell'esercito, responsabile della manutenzione delle infrastrutture, ad esempio ha presentato i propri veicoli. D'altro canto, l'esposizione della Base d'aiuto alla condotta presentava un modello in miniatura che mostrava le sue reti e i suoi sistemi d'informazione.
Non da ultimo Emmen è anche un'ubicazione centrale per l'istruzione dei piloti militari e con l'ausilio degli straordinari simulatori di volo anche i visitatori hanno potuto farsi un'idea chiara di cosa significhi essere un pilota. Inoltre nei locali del comando di droni 84, anch'esso situato nell'aerodromo militare della regione di Lucerna, tutti i visitatori interessati hanno potuto sedersi al pannello di controllo e cimentarsi per un momento come piloti di droni.

Grande interesse per l'aviazione

L'offerta per i visitatori è stata veramente ampia durante le giornate delle porte aperte a Emmen. Per due giorni le esibizioni di volo delle Forze aeree svizzere hanno entusiasmato gli spettatori con manovre acrobatiche mozzafiato nei cieli sopra l'aerodromo militare, offrendo ai visitatori interessati uno scorcio suggestivo dietro le quinte. Alla fine della manifestazione, Paul Jäger, sostituto comandante d'aerodromo e presidente del comitato organizzativo, si è detto estremamente soddisfatto: «È andato tutto molto bene. I contatti con la popolazione e le autorità locali sono stati molto positivi. L'aerodromo è e rimane ben radicato nella regione». L'elevato numero di visitatori ha confermato l'interesse della popolazione nei confronti dell'aviazione. Le giornate delle porte aperte hanno offerto pubblico l'opportunità di gettare uno sguardo sull'avvincente storia dell'aerodromo di Emmen e i visitatori hanno approfittato dell'occasione di andare alla scoperta di un'importante ubicazione per la difesa aerea come pure per l'istruzione dei piloti militari svizzeri.

80 anni di difesa aerea

La storia dell'aerodromo militare di Emmen è iniziata il 7 luglio 1939. Quel giorno il tenente colonnello Burkhard è atterrato come primo pilota militare al nuovissimo aerodromo lucernese con un velivolo d'addestramento del tipo Bücker Bü-131 Jungmann. A quei tempi l'aerodromo era costituito da una pista principale lunga 600 metri e da un hangar per aerei. Nel corso dei decenni è cresciuto costantemente. Già nel 1956 ha avuto luogo a Emmen una parte dell'istruzione dei piloti. Oggi l'aerodromo ospita simulatori di volo come pure l'istruzione dei piloti militari sui PC-21 e sui PC-7. Dal 1993 anche la Patrouille Suisse ha la propria homebase a Emmen. Oltre a ciò l'aerodromo funge da ubicazione del comando di droni con il suo sistema di ricognitori telecomandati ADS-95. Infine Emmen, oltre a Payerne e Meiringen, è uno dei tre aerodromi sul quale possono atterrare i jet. Pertanto l'aerodromo ricopre un ruolo centrale anche nel quadro dell'acquisto di nuovi aerei da combattimento e della difesa terra-aria.

Foto