print preview

Ritornare alla pagina precedente Comando Operazioni


Lavoratori instancabili che operano dietro le quinte

Dal 13 dicembre 2021 diversi militari sono impegnati nella lotta contro il coronavirus. Forniscono appoggio alle autorità civili negli ospedali o nei centri di vaccinazione. Tuttavia tutti questi militari impegnati in prima linea non potrebbero prestare il loro servizio d’appoggio a favore della popolazione civile se non ci fossero degli eroi invisibili, sia uomini che donne, che svolgono un lavoro importante dietro le quinte.

20.01.2022 | Comunicazione Difesa, Eve Hug, Nathalie Hesse

Maxim Gobet mentre prepara la cena.
Il sergente capo Maxim Gobet del battaglione d’ospedale 2 (bat osp 2) mentre prepara la cena. Con il suo team prepara delle pietanze sane e allo stesso tempo gustose, un aspetto importante per tenere alto il morale della truppa. ©VBS/DDPS, Charles Garcia, PIO battaglione d’ospedale 2

Ogni militare in servizio ha bisogno di mangiare e di dormire, necessita di informazioni e di materiale, ha domande o esigenze specifiche. Per garantire un’assistenza ottimale ai soldati, sia uomini che donne, e fare in modo che possano essere impiegati dove c’è bisogno di loro, numerose persone in uniforme lavorano dietro le quinte. Grazie a loro l’esercito è un’organizzazione autonoma che è in grado di fornire sostegno ai Cantoni quando questi ne hanno bisogn

Aiutanti invisibili

Questi lavoratori attivi dietro le quinte sono numerosi. Pensiamo ad esempio al capocucina che con la sua squadra prepara tre pasti sani e gustosi al giorno, contribuendo così a mantenere l’efficienza fisica delle forze d’impiego, ma anche a mantenere alto il morale della truppa. Oppure al sergente maggiore, che oltre a far rispettare le norme igieniche e il distanziamento durante il servizio, fa anche il necessario affinché tutti i militari dispongano delle infrastrutture e dell’equipaggiamento di cui hanno bisogno. O ancora al cappellano, sempre disponibile ad ascoltare coloro che sono al limite della sopportazione oppure che si trovano ad affrontare problemi personali.

Vale la pena ricordare anche le squadre di igienizzazione che puliscono e disinfettano gli alloggi e le strutture in cui vivono i militari, o i conducenti, i contabili della truppa, le ordinanze d’ufficio e i soldati di guardia. Tutti questi lavoratori attivi dietro le quinte si adoperano affinché i militari impiegati possano concentrarsi sul loro lavoro negli ospedali e nei centri di vaccinazione. Senza questi eroi di tutti i giorni, le truppe impiegate non sarebbero in grado di fornire prestazioni in linea con le esigenze attuali delle autorità civili.

Team di condotta indispensabili

Un impiego dell’esercito richiede sempre attività di condotta e di organizzazione. Insieme ai loro aiuti di comando, i comandanti di battaglione pianificano tra l’altro aspetti come la mobilitazione delle truppe, il luogo d’impiego, i congedi e il licenziamento. Nei limiti del possibile cercano di trovare soluzioni che possano accontentare ciascun militare. Gli aiuti di comando assumono inoltre l’importante compito di assicurare il flusso di informazioni tra i comandanti e tutti i sottufficiali del corpo di truppa.

Attività di svago durante il servizio

I militari vengono impiegati in base alle pianificazioni dei beneficiari di prestazioni come degli equivalenti a tempo pieno. Ciò vale anche per coloro che lavorano dietro le quinte, affinché le stesse regole possano essere applicate per tutti. Queste persone alloggiano in strutture decentralizzate e così possono rilassarsi prima o dopo il lavoro. L’esercito ha messo a disposizione dei giochi, dei tavoli da ping-pong e delle televisioni; in più vengono organizzate attività sportive o ricreative. I militari possono beneficiare da due a tre giorni di congedo consecutivi dopo un periodo d’impiego la cui durata è compresa tra sei e dieci giorni. Queste diverse attività aiutano i militari a rigenerarsi e a fare il pieno di energie per poi riprendere al meglio il loro servizio.

L’Esercito svizzero desidera esprimere la propria gratitudine sia alle sue forze d’appoggio attive sul campo che ai suoi aiutanti attivi dietro le quinte. Grazie al loro instancabile lavoro, l’esercito è un’organizzazione autonoma, autosufficiente e pienamente in grado di aiutare i Cantoni che lo richiedono.

Foto

Dietro le quinte

Senza di loro non si potrebbe fare nulla. Tra questi lavoratori attivi dietro le quinte vi sono in particolare:

  • i quadri che pianificano e conducono gli impieghi;
  • i capicucina e i cuochi;
  • il servizio di guardia;
  • un contabile della truppa e un’ordinanza d’ufficio;
  • una squadra che si occupa dell’igiene e della pulizia;
  • i conducenti;
  • un sottufficiale della posta da campo;


Ritornare alla pagina precedente Comando Operazioni