print preview

Ritornare alla pagina precedente Comando Operazioni


Il battaglione del genio 2 dimostra le sue capacità con l'esercizio "BRIDGE"

L'esercizio "BRIDGE" ha permesso al battaglione del genio 2 di esercitarsi nell'impiego dei suoi differenti sistemi di ponti. Messe sotto pressione dal poco tempo a disposizione e dalle possibili minacce incombenti, le compagnie hanno dovuto dar prova di notevoli capacità al fine di permettere il passaggio della scuola di fanteria 2, che ha partecipato all'esercizio.

11.05.2021 | Ufficiale specialista Adrien Jeanrenaud – uff info e stampa battaglione del genio 2

BatG2
Il ponte galleggiante è stato assemblato ed è pronto al passaggio dei veicoli. Qui la scuola di fanteria 2 attraversa il ponte con un VPTT (Duro blindato). © VBS/DDPS, Of. spéc Adrien Jeanrenaud, Appointé Benedikt Brönniman, Soldat Dimitri Jeker

L'esercizio "BRIDGE" prende avvio al culmine del corso di ripetizione, durante la seconda settimana. Il battaglione del genio 2 ha il compito di mobilitare le sue compagnie, con tutti i loro mezzi e le loro capacità, per costruire diversi ponti. Tuttavia la minaccia di incursioni, imboscate, blocchi e atti di sabotaggio contro le infrastrutture potrebbero mettere in pericolo le operazioni della divisione territoriale 1.

Le competenze di un battaglione del genio sono essenziali per assicurare la mobilità in una regione disseminata di corsi d'acqua. L'abilità degli zappatori e dei pontonieri emerge nella realizzazione di ponti galleggianti, ponti di supporto e ponti a travatura metallica. Inoltre la compagnia di stato maggiore è chiamata a garantire la logistica e la condotta delle operazioni. Al di là delle caratteristiche specifiche delle truppe del genio, questo tipo d'esercizio permette di verificare l'efficacia del battaglione e della sua organizzazione.

La difficoltà maggiore in un impiego di questo genere è rappresentata dall'entità dei mezzi mobilitati. Mentre i ponti galleggianti sono più maneggevoli, i ponti a travatura metallica richiedono mezzi adeguati e un impegno costante. Ogni dispositivo risponde a una situazione particolare, dipendente dai mezzi nonché dal tempo e dal luogo a disposizione. Tutto ciò richiede la capacità di conciliare numerose competenze sia tattiche che tecniche.

Nel giro di una o due ore, un ponte galleggiante può essere allestito su un corso d'acqua ed essere pronto per il passaggio dei veicoli. Questo ponte è costituito da diversi elementi assemblati tra loro; ogni elemento dispone di un motore che consente lo spostamento sull'acqua. Un ponte di supporto, invece, viene allestito con l'aiuto di un braccio articolato della stessa lunghezza del ponte, con cui è possibile far scivolare uno dopo l'altro gli elementi del ponte stesso. Questo tipo di manufatto può raggiungere una lunghezza di 46 metri ed è in grado di sopportare il peso di un carro armato d'assalto. Infine il ponte a travatura metallica è l'opera destinata a durare più a lungo. La sua costruzione, dalla preparazione delle travi all'assemblaggio dei moduli, passando per la stabilizzazione della struttura, richiede circa un'intera giornata.

Grazie alla padronanza della tecnica di cui ha dato prova il battaglione del genio 2, la scuola di fanteria 2 ha potuto attraversare a tre riprese i fiumi Emme, Sense e Aar. Secondo le parole del comandante, l'esercizio è stato «un ottimo esempio delle prestazioni che il genio può apportare, di ciò di cui è capace».


Ritornare alla pagina precedente Comando Operazioni

Badge G Bat 2
Bat G 2 Place de la Navigation 4
Case postale 208
CH-1110 Morges 1
Tel.
+41 58 469 62 20

E-Mail

Bat G 2

Place de la Navigation 4
Case postale 208
CH-1110 Morges 1

Bat G 2 Place de la Navigation 4
Case postale 208
CH-1110 Morges 1
Tel.
+41 58 469 62 20

E-Mail

Bat G 2

Place de la Navigation 4
Case postale 208
CH-1110 Morges 1