print preview Ritornare alla pagina precedente Comando Operazioni

La divisione territoriale 3 a rapporto

Il rapporto annuale è l'occasione per il comandante, divisionario Lucas Caduff, di incontrare tutti gli ufficiali a lui subordinati e tracciare con loro un bilancio dell'anno trascorso. Quest'anno quasi 400 ufficiali e sottufficiali superiori della divisione territoriale 3 si sono riuniti al Mythenforum di Svitto. Oltre al rapporto fatto dal comandante, i suoi ospiti hanno potuto ascoltare le novità riguardanti l'esercito dalla voce del Capo dell'esercito e del Capo di Stato Maggiore.

30.11.2018 | Comca div ter 3

rapportoterdiv318

 

Dopo i saluti del Consigliere di Stato André Rüegsegger, direttore del Dipartimento di sicurezza del canton Svitto, ha preso la parola il Capo dell'esercito, comandante di corpo Philippe Rebord, che, rivolgendosi alla platea, ha dapprima presentato brevemente la situazione geopolitica internazionale, del terrorismo in Europa e delle migrazioni, per poi concentrarsi sui temi che ci toccano più da vicino come i cambiamenti climatici e gli attacchi cybernetici. Tutti elementi che hanno una conseguenza per il nostro esercito che, quale unica riserva strategica del Paese è chiamato a garantirne la sicurezza. Con l'entrata in vigore dell'Ulteriore sviluppo dell'Esercito, l'Esercito svizzero è però pronto a fare fronte alle sfide moderne.

Nel suo rapporto, il divisionario Caduff si è innanzitutto concentrato su quanto svolto dalla divisione nell'anno appena trascorso. Oltre all'ormai consolidato impiego in occasione del WEF di Davos, gli uomini della divisione hanno fornito 7'513 giorni di servizio per prestazioni d'appoggio alle autorità civili e di aiuto in caso di catastrofe per un totale di 50 impieghi. Gli 8 battaglioni subordinati hanno inoltre svolto con successo i loro servizi di perfezionamento della truppa. Le esercitazioni fatte da tutti i corpi di truppa hanno mostrato alcuni punti deboli da migliorare; ma hanno altresì dimostrato che i battaglioni sono pronti a fare fronte ai loro possibili compiti. Il comandante ha inoltre voluto ringraziare, in modo particolare, il colonnello Daniel Gruber (SM div ter 3) e il maggiore Daniel Spiess (SM bat fant mont 48) che per il loro impegno esemplare nel corso del servizio hanno ricevuto la medaglia d'oro della divisione territoriale 3.

Durante il rapporto annuale di quest'anno si è proceduto anche al cambio di comando di due dei battaglioni subordinati alla divisione territoriale 3. Il tenente colonnello SMG Marc Bonjour lascia il comando del battaglione fanteria di montagna 29, dopo quattro anni, al maggiore SMG Nicolas-Jean Disch, mentre nel battaglione fanteria di montagna 48 il tenente colonnello SMG Peter Kistler cede il comando al maggiore SMG Gregor Hänggi dopo averlo esercitato per tre anni.

In conclusione ha preso la parola il divisionario Claude Meier, Capo di Stato Maggiore, che, dal canto suo, abbordato il tema dell'equipaggiamento e del programma d'armamento approvato ieri dalle camere federali, così come dello sviluppo futuro previsto fino al 2030 con un attenzione particolare alle necessità per la difesa dello spazio aereo.