print preview

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Leggero calo del tasso d’idoneità al servizio militare nel 2023

Nei sei centri di reclutamento dell’Esercito svizzero sono state valutate in via definitiva nel 2023 complessivamente 35 700 persone soggette all’obbligo di leva. 25 199 sono state dichiarate abili al servizio militare e 3250 abili al servizio di protezione civile. Il tasso d’idoneità al servizio militare e al servizio di protezione civile ammonta pertanto al 79,7%. 542 donne hanno deciso di prestare servizio militare su base volontaria.

22.02.2024 | Comunicazione Difesa, David Marquis

Conscrit au saut en longueur sans élan.
En 2023, l’Armée suisse a évalué l’aptitude au service militaire de 35 700 conscrits. ©VBS/DDPS, André Scheidegger

Nel 2023 hanno ricevuto una decisione definitiva complessivamente 35 700 (100%) persone soggette all’obbligo di leva. 25 199 (70,6%) sono state dichiarate abili al servizio militare, 3250 (9,1%) abili al servizio di protezione civile e 7251 (20,3 %) inabili dal punto di vista medico. Ulteriori 1941 persone soggette all’obbligo di leva sono state rimandate per svariati motivi.

Rispetto agli anni precedenti, si registra un leggero calo del tasso d’idoneità al servizio militare: nel 2023 ammonta al 70,6%. Nei singoli Cantoni varia tra il 62,8% e il 80,4%. Per contro, il valore medio nazionale del tasso d’idoneità al servizio di protezione civile è aumentato dello 0,3% rispetto all’anno precedente, attestandosi al 9,1%.

Aumento del tasso d’idoneità tra le donne

Anche nel 2023 è stato ammesso al servizio militare un elevato numero di donne. 620 cittadine sono state dichiarate abili al servizio militare, 542 sono state assegnate a una funzione nell’esercito. Con un aumento dell’1,8% rispetto all’anno precedente, il tasso d’idoneità al servizio militare tra le donne ammonta all’87,4%. 57 cittadine sono state assegnate alla protezione civile (anche per impieghi presso i care team cantonali). In aggiunta alle 542 donne già menzionate, 21 sono state reclutate nel Servizio della Croce Rossa e 101 hanno potuto essere raccomandate per impieghi nel quadro del promovimento della pace.

439 dichiarazioni di rischio

Come di consueto, tutte le persone soggette all’obbligo di leva sono state sottoposte ai controlli di sicurezza relativi alle persone: nel 2023 sono state emesse 439 dichiarazioni di rischio. Con lo svolgimento di controlli di sicurezza relativi alle persone in occasione del reclutamento, l’esercito intende impedire che ricevano un’arma dell’esercito persone che rappresentano un potenziale rischio per se stesse o per le persone che le circondano.

I motivi per un’inidoneità medica possono essere di carattere puramente fisico, puramente psichico oppure di carattere misto. Tra le cause fisiche, le principali sono da ricondurre a problemi dell’apparato motorio. Nell’ambito della salute mentale, i motivi più frequenti sono rappresentati da malattie psichiche ricorrenti o croniche, da deficit nella resistenza allo stress e dal consumo di droga con ripercussioni sulla capacità di funzionamento nella vita quotidiana.


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale