print preview

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Messaggio sull’esercito 2024: ottimizzare lo scambio di dati rapido e protetto

Nel quadro del messaggio sull’esercito 2024, il Consiglio federale auspica un rafforzamento delle capacità nel settore «Condotta e interconnessione», da realizzare nei prossimi dodici anni mediante l’ottimizzazione dello scambio rapido e protetto di dati tra i livelli di condotta e con le autorità civili.

21.02.2024 | Comunicazione Difesa, Roland Studer

©VBS/DDPS
©VBS/DDPS

In ambito militare, dirigere significa far sì che i propri mezzi siano impiegati in modo da contribuire al conseguimento degli obiettivi prestabiliti. Oggigiorno la condotta militare non può limitarsi alla trasmissione di ordini tra singoli livelli di comando. In un contesto contrassegnato da conflitti ibridi, i compiti militari devono essere adempiuti da diverse Armi, in stretta collaborazione con i partner civili nonché in diverse zone d’efficacia contemporaneamente: al suolo, nello spazio aereo, nel ciberspazio e nello spazio elettromagnetico. Per la capacità di condotta è pertanto necessaria una fitta interconnessione dei mezzi di condotta e degli effettori.

©VBS/DDPS
©VBS/DDPS

Grande varietà di sistemi singoli di diverse generazioni

Molti sistemi di condotta, sistemi informatici e sistemi di telecomunicazione necessari per l’interconnessione sono attualmente vicini al termine dalla durata di utilizzazione. Si tratta di una grande varietà di sistemi singoli di diverse generazioni, impiegabili soltanto in misura limitata nell’ambito di una rete integrata. Durante lo scorso decennio l’esercito si è sforzato di ottimizzare a tutti i livelli la condotta interconnessa di azioni: sviluppando ulteriormente la Rete di condotta Svizzera, puntando a soluzioni unitarie per i sistemi di telecomunicazione e ampliando i centri di calcolo DDPS.

©VBS/DDPS
©VBS/DDPS

Contesto d’impiego complesso e tempi ristretti

Nonostante gli sforzi, il settore della condotta presenta ancora lacune in termini di capacità. In un contesto d’impiego complesso caratterizzato da tempi ristretti, l’esercito deve disporre della possibilità di scambiare rapidamente e in maniera sicura grandi quantità di dati: per elaborare un quadro della situazione, per collaborare con i partner civili ecc. Dalla rete integrata digitale sono attualmente ancora esclusi, in particolare, i livelli di condotta inferiori. Se ricorrono agli attuali sistemi d’informazione e di condotta, i livelli di condotta inferiori si espongono a interruzioni tecniche e a perdite di dati.

©VBS/DDPS
©VBS/DDPS

Ampliamento dei centri di calcolo e della Rete di condotta Svizzera

Per rafforzare le capacità nel settore «Condotta e interconnessione» è necessario ampliare ulteriormente i centri di calcolo del DDPS e la Rete di condotta Svizzera. Nel contempo occorre rendere uniformi e ampliare i sistemi d’informazione e di telecomunicazione, attualmente eterogenei. Ciò consentirà di ottimizzare lo scambio rapido, protetto e mobile di dati nonché la condotta interconnessa di azioni e la comunicazione con le autorità civili.

©VBS/DDPS
©VBS/DDPS

Nuovo sistema d’informazione e di condotta

Per questo rafforzamento delle capacità sono necessari, oltre a ulteriori investimenti nei centri di calcolo e nelle telecomunicazioni dell’esercito, anche investimenti in un nuovo sistema d’informazione e di condotta e per nuovi veicoli di condotta protetti, basati su una piattaforma portante unitaria.

Documento


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale