print preview

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Collaborazione transfrontaliera presso la polizia militare

La polizia militare multinazionale (MNMP) gioca un ruolo decisivo nel mantenimento della sicurezza, dell’ordine e della quiete, sia all’interno dei camp della KFOR che in tutto il Kosovo. Anche i militari svizzeri sono impiegati a favore della MNMP in seno alla KFOR e svolgono compiti di vasta portata in ambito internazionale.

23.01.2024 | Testo: uff spec Aisha Seitz, ufficiale stampa e informazione del 49° contingente SWISSCOY Foto: uff spec Andreas Müller, sostituto ufficiale stampa e informazione del 49° contingente SWISSCOY

Sergente maggiore capo Thomas Probst, polizia militare multinazionale (MNMP).
Sergente maggiore capo Thomas Probst, polizia militare multinazionale (MNMP).

 

Il bracciale blu con la scritta «MP» (Military Police) contraddistingue i membri della polizia militare in impiego. Attualmente gli agenti della polizia militare che assieme prestano servizio nella KFOR provengono da Svizzera, Austria, Slovenia, Lettonia, Polonia, Italia e Repubblica Ceca.

I membri svizzeri della MNMP svolgono compiti di base di polizia e compiti supplementari di polizia di sicurezza per la KFOR. Questi spaziano dalla ricognizione di percorsi e viaggi di scorta, all’accompagnamento di convogli fino alla protezione di trasporti e manifestazioni. Anche i controlli della velocità e della circolazione come pure l’accertamento dei fatti in caso di incidenti e di notifica di danni rientrano tra le loro incombenze. Ogni peacekeeper incontra inoltre i membri della MNMP almeno una volta in occasione del controllo di sicurezza all’aeroporto. La MNMP copre quindi un vasto e interessante campo d’attività con numerose interfacce a livello internazionale.

Vicina al contingente

Oltre agli impegni internazionali, gli agenti svizzeri della polizia militare si occupano anche delle questioni nazionali riguardanti la SWISSCOY. Ciò può significare che essi devono controllare o imporre in occasione di manifestazioni fuori del servizio le regole del camp e le prescrizioni. Pertanto non possono partecipare a tutte le manifestazioni. Questa cosiddetta Community Policing è una strategia basata su una stretta collaborazione con i membri svizzeri dei contingenti.

«L’impiego è un vero arricchimento!»

Accompagniamo il sergente maggiore capo Thomas Probst durante una corsa di controllo. A differenza della maggior parte degli altri militari della SWISSCOY che prestano servizio per sei mesi, il sergente maggiore capo Probst, in qualità di militare di professione specialista, è impiegato per tre mesi. Per lui è già il quarto impiego in Kosovo e in Svizzera svolge compiti molto simili. «Qui c’è anche l’aspetto internazionale. Si tratta di una sfida particolare, non da ultimo a livello linguistico, visto che l’inglese è la lingua di lavoro. Ma questo rende l’impiego particolarmente interessante.»

Il lunedì di Pentecoste 2023 è un giorno che resterà particolarmente impresso nella sua memoria. Durante i disordini verificatisi a Zvecan, in cui rimasero feriti anche diversi membri della KFOR, il sergente maggiore capo Probst e i suoi camerati non si trovavano direttamente sul posto, tuttavia nelle settimane successive dovettero svolgere numerosi impieghi visto l’elevato livello di pericolo. «È stato molto impegnativo», racconta il sergente maggiore capo Probst.

I membri della MNMP lavorano a turni. In che modo riesce a compensare? «Cerco di sfruttare al meglio i tempi di riposo di cui disponiamo. Pratico lo sport: è un buon modo per compensare: non solo mi consente di scaricare l’energia, ma anche di ricaricare le batterie», spiega.

Anche se in Kosovo il tempo libero a sua disposizione è scarso, ritiene che gli aspetti positivi prevalgano e non può che consigliare a tutti un impiego all’estero: «Si tratta di un’ottima esperienza di vita e un ampliamento dei propri orizzonti. Inoltre si impara ad apprezzare maggiormente determinati aspetti della Svizzera», conclude il sergente maggiore capo Probst.


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale