print preview

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Competenza e prestazione di alto livello: la digitalizzazione presso l’Ufficio della circolazione e della navigazione dell’esercito

L’Ufficio della circolazione e della navigazione dell’esercito (UCNEs) estende il suo settore di competenza a tutto ciò che riguarda i veicoli e i natanti dell’Esercito svizzero, i natanti dell’Amministrazione federale e i relativi conducenti. In collaborazione con altri uffici, i membri dell’UCNEs si sono impegnati per la digitalizzazione dei processi al fine di migliorarne l’efficienza e, grazie a una nuova applicazione, fanno fronte alle varie sfide tecnologiche.

29.11.2023 | Comunicazione Difesa/BLEs, Laure Grisoni/Simon Grunder

Olivier Kuster, capo dell’UCNEs, è fiero del risultato del progetto di digitalizzazione, che permette guadagni in termini di efficienza e modernità.
Olivier Kuster, capo dell’UCNEs, è fiero del risultato del progetto di digitalizzazione, che permette guadagni in termini di efficienza e modernità. ©VBS/DDPS, Laure Grisoni

L’Ufficio della circolazione e della navigazione dell’esercito è, tra l’altro, l’organo responsabile dell’immatricolazione dei veicoli e dei natanti utilizzati dall’esercito nonché del rilascio delle autorizzazioni a condurre militari. In quanto autorità militare di immatricolazione, l’UCNEs è organizzato come un Ufficio cantonale della circolazione e della navigazione.

Mobilità all’avanguardia

In qualità di esperto e partner dell’esercito e dell’Amministrazione federale, l’UCNEs è un servizio moderno e affidabile che garantisce il rispetto della legge e la neutralità nelle proprie attività. La linea di condotta si basa soprattutto sulle direttive civili, nelle quali la sicurezza sulle strade e nei corsi d’acqua riveste un ruolo fondamentale. I 23 collaboratori dell’ufficio di Berna contribuiscono alla mobilità della truppa e dell’amministrazione militare. Per Olivier Kuster, capo dell’UCNEs, «l’efficienza della mobilità dipende dai progressi tecnologici: la digitalizzazione dei processi è quindi la chiave per poter lavorare nelle migliori condizioni».

Progresso digitale

Per il progetto di digitalizzazione, l’UCNEs ha collaborato con l’azienda bernese Bedag Informatik AG, specializzata nelle soluzioni informatiche destinate all’amministrazione pubblica. Il progetto, lanciato più di quattro anni fa, prende il nome di Applicazione specializzata (AS) UCNEs: si tratta di un investimento a lungo termine che permette tuttavia di ridurre di più di sette volte i costi d’esercizio della nuova applicazione. In pratica è stata creata una piattaforma che integra le funzioni d’immatricolazione dei veicoli e dei natanti, di gestione delle autorizzazioni a condurre, dei controlli tecnici dei veicoli, delle domande di autorizzazione per i trasporti speciali ed eccezionali e d’interfaccia con i servizi della circolazione civili e di altri partner in seno all’Aggruppamento Difesa. Non sono solo i collaboratori dell’UCNEs a poterne trarre beneficio, ma anche i più di 600 utenti su tutto il territorio svizzero come, per esempio, gli esperti della circolazione dei centri logistici dell’esercito e dei centri di controllo tecnico, gli esperti della circolazione militare e i capi dei settori Circolazione e trasporto delle scuole nelle formazioni d’addestramento che istruiscono i conducenti militari.

Risultati entusiasmanti

«Siamo piacevolmente sorpresi. Siamo orgogliosi di aver portato a termine questo progetto informatico, che sia utilizzabile e che se ne possano già vedere i vantaggi», dichiara Olivier Kuster. Un aspetto importante era definire gli accessi per garantire la protezione dei dati. In questo modo i collaboratori possono consultare esclusivamente le informazioni di cui hanno bisogno per svolgere i loro compiti. Come spiega con soddisfazione Daniel Spycher, responsabile informatica e applicazione, «si tratta di un progetto che mira soprattutto all’ergonomia, facilitando così a più livelli il lavoro dei collaboratori dell’UCNEs». Tutti i compiti quotidiani sono quindi facilitati, perché possono essere gestiti in maniera digitale. La realizzazione di queste nuove interfacce ha richiesto la collaborazione di diversi uffici, in particolare dell’Ufficio federale delle strade (USTRA), dell’Associazione dei servizi della circolazione (asa) e dell’UCNEs, che hanno fatto sì che queste interfacce siano disponibili anche per i servizi della circolazione civile. In qualità di pionieri in questo settore, i collaboratori dell’UCNEs favoriscono lo sviluppo digitale e i processi di automatizzazione che garantiscono il monitoraggio e il controllo della qualità.
 


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale