print preview

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Da specialista del rifornimento a observer: le varie opportunità offerte dalla SWISSCOY

Il sdt Mike Dellapina si era originariamente candidato presso il 45º contingente SWISSCOY quale observer in un Liaison and Monitoring Team (LMT). Giacché tuttavia in quel momento non vi era alcun posto vacante, si è profilata per lui un'altra possibilità: la sua esperienza professionale nella logistica gli ha consentito di assumere la funzione di specialista del rifornimento presso l'elemento di supporto nazionale nel Camp Novo Selo (CNS). Visto che ha prolungato il suo impiego nel 46º contingente, ha successivamente avuto modo di assumere la funzione da lui desiderata e attualmente è impiegato in veste di observer.

21.07.2022 | Sgt Alexandra Andrist, sostituto ufficiale stampa e informazione del 46° contingente SWISSCOY

SCY_LMT_Titelbild_CMS_02_K9_Team-Pic
Il Liaison and Observation Team Obiliq

Durante la scuola reclute il sdt Mike Dellapina è venuto a conoscenza della SWISSCOY. «Quello che ho sentito sulla SWISSCOY ha suscitato il mio interesse. Quando mi sono informato sulle possibilità di impiego, mi ha particolarmente colpito il posto quale observer in un Liaison and Monitoring Team», racconta il sdt Mike Dellapina. Tuttavia in un primo momento non tutto è andato secondo i piani. Non vi era infatti alcun posto vacante come observer nel 45º contingente. Ma per Mike Dellapina si è profilata un'alternativa: ha assunto la funzione di specialista del rifornimento, sperando di poter successivamente ricoprire la funzione da lui desiderata nel 46º contingente. «Il lavoro quale specialista del rifornimento è perfettamente in linea con la mia esperienza professionale civile nella logistica. Ero inoltre contento che il Centro di competenza SWISSINT mi avesse offerto un'alternativa e che ci fosse la possibilità di lavorare quale observer nel 46º contingente», afferma il sdt Mike Dellapina.

In veste di specialista del rifornimento nel contingente precedente Mike Dellapina era responsabile della restituzione di merci e del Supply Chain Management. «Quando nel contingente a qualcuno serviva qualcosa, noi potevamo aiutarlo a rifornirsi. Per esempio i meccanici si rivolgevano a noi se servivano loro pezzi di ricambio per un'auto o dell'olio e noi ce ne occupavamo», spiega il sdt Mike Dellapina. La merce era ordinata presso SWISSINT ed era inviata tramite corriere con un convoglio, oppure se gli articoli erano di piccole dimensioni venivano spediti via aereo. «Nel gruppo di rifornimento fungevamo da organo di contatto tra il fabbisogno di approvvigionamento del contingente in Kosovo e il Centro di competenza SWISSINT a Stans-Oberdorf», asserisce Mike Dellapina. La sua esperienza quale specialista del rifornimento è stata molto proficua.  «Nella mia funzione nel Camp Novo Selo lavoravo in seno a una grande unità, ma operavo con notevole autonomia. Quando avevo bisogno di aiuto, potevo sempre contare su qualcuno che mi desse una mano».

Quando il sdt Mike Dellapina ha concluso il suo impiego presso il 45º contingente, era pronto a perseguire il suo piano originario e a diventare observer in un LMT. «Ho trascorso la maggior parte del periodo come specialista del rifornimento nel Camp a Novo Selo. Desideravo diventare observer per poter vivere in prima persona il Kosovo e i suoi abitanti», dichiara Mike Dellapina.

Dopo aver saputo di essere stato scelto per il posto quale observer nel 46º contingente presso il Liaison and Monitoring Team a Obiliq, il sdt Mike Dellapina è tornato a Stans-Oberdorf per l'istruzione specializzata per il LMT. «La strategia era: o bere o affogare», dice Mike Dellapina ridendo, «ma penso di avercela fatta ad adattarmi». Mike Dellapina, oltre a essersi familiarizzato con una funzione completamente nuova, si è anche inserito in un team che aveva frequentato insieme il corso d'istruzione già per diverse settimane.

«Inserirsi nel team è stata una sfida. Ognuno contribuisce con le proprie numerose esperienze individuali. Miravo a dare il meglio, a dar prova di disciplina e ad andare d'accordo con tutti», racconta Mike Dellapina. Le esperienze maturate durante l'istruzione lo accompagneranno per tutta la vita. «Mi ricorderò dei diversi scenari, come per esempio esercitarsi a gestire situazioni difficili. Questi scenari mi hanno insegnato come rimanere tranquillo in situazioni molto tese ed evitare di rimanere bloccati dallo shock», spiega.

Il suo periodo come observer si sta svolgendo proprio come se lo immaginava. «Una delle esperienze più memorabili come membro del Liaison and Monitoring Team qui a Obiliq è vedere da vicino la grande e imponente centrale elettrica. È impressionante vedere che dopo così tanti decenni continua ancora a funzionare, ma anche come opera, come affronta le sfide quotidiane e come i collaboratori le risolvono», racconta il sdt Mike Dellapina.

Il sdt Mike Dellapina è fiero del lavoro da lui svolto sia nella sua funzione in veste di specialista del rifornimento presso il Camp Novo Selo sia quale observer stazionato nel Camp Film City. «La mia funzione nel CNS mi dà soddisfazione perché ho l'opportunità di sostenere il contingente. Ora visto che lavoro quale observer in un LMT, mi sento a mio agio perché il mio lavoro confluisce nell'insieme dell'operato della KFOR», dichiara Mike Dellapina.

I due contingenti hanno consentito a Mike Dellapina di maturare una notevole esperienza. «Le mie esperienze nel 45º e 46º contingente mi hanno insegnato a trattare con le persone in modo positivo e costruttivo», dice il sdt Mike Dellapina. «In ogni caso sono maturato molto. Ora sono pronto a iniziare un nuovo capitolo della mia vita. Ho la sensazione che le mie esperienze in Kosovo mi abbiano aiutato a prepararmi a compiere il prossimo passo nella mia vita».


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale