print preview

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Base logistica dell’esercito e società di milizia a stretto contatto

Il capo della Base logistica dell’esercito, divisionario Thomas Kaiser, e alcuni membri della sua direzione si sono incontrati con i vertici di numerose società di milizia della logistica per informarli in merito alle future sfide per l’Esercito svizzero e per la logistica dell’esercito. L’incontro verteva in particolare sulla «logistica di guerra» e sui rinnovamenti innovativi nel quadro della digitalizzazione.

14.07.2022 | Comunicazione Difesa, Simon Grunder

Il divisionario Thomas Kaiser assieme ad alcuni esponenti delle so-cietà di milizia.
Il divisionario Thomas Kaiser assieme ad alcuni esponenti delle so-cietà di milizia. ©VBS/DDPS, Simon Grunder

Negli anni a venire l’Esercito svizzero trasformerà l’attuale esercito, che mantiene la competenza di difesa, in un esercito dotato di una competenza di difesa più credibile e più dissuasiva. Tramite la prevenzione della guerra per mezzo della prontezza alla difesa si vuole tener conto della nuova situazione geopolitica in Europa. Il livello di ambizione della logistica è la «capacità di soddisfare il mandato costituzionale in caso di guerra ». La capacità di resistenza, la robustezza e la resilienza saranno criteri fondamentali per il successo. La decentralizzazione e la protezione dei beni, catene d’approvvigionamento robuste e stoccaggio, protezione della TIC fondamentale per l’impiego così come il coinvolgimento dell’economia civile in caso di guerra saranno temi determinanti della logistica dell’esercito del futuro. Nonostante tutte queste misure volte a migliorare i criteri fondamentali per il successo, nelle situazioni straordinarie, per quanto riguarda le applicazioni determinanti per il successo, si deve comunque considerare che nelle situazioni normali la BLEs deve funzionare in modo efficiente e secondo principi economici.

Digitalizzazione della logistica militare

Anche nel campo della logistica la digitalizzazione offre opportunità grandiose. In seno alla BLEs sono attualmente in corso oltre 72 progetti di innovazione. Lo sviluppo di una rete integrata d’efficacia sensore-informazioni-condotta con coinvolgimento dell’economia civile, la realizzazione graduale di «Digital Warehouses», lo sfruttamento della realtà virtuale nell’istruzione e nell’impiego, la manutenzione a distanza e molte altre cose ancora rivoluzioneranno la logistica militare nei prossimi anni. L’obiettivo che la BLEs intende raggiungere con queste misure è di ridurre di oltre il 50 per cento i tempi di ritiro e restituzione del materiale all’inizio e alla fine del servizio militare. Tuttavia, le possibilità di digitalizzazione sono limitate dai requisiti di protezione delle applicazioni.

La ricetta di successo: una collaborazione basata sulla fiducia

Le società di milizia della logistica svolgono un lavoro estremamente importante nella comunicazione tra l’amministrazione militare e l’esercito di milizia nonché nello sfruttamento del know how civile a favore del nostro esercito. Secondo il divisionario Thomas Kaiser gli incontri regolari improntati alla fiducia reciproca per discutere e informare apertamente e in modo trasparente sulle sfide attuali e future della logistica dell’esercito sono fondamentali affinché i militari di milizia del nostro esercito possano capire e condividere la logistica militare.


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale