print preview

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Assunzione del comando per il nuovo battaglione

Il 18 marzo 2022 nel cortile d'onore del castello di Colombier ha avuto luogo l'assunzione del comando del battaglione ciber 42. Il neocostituito battaglione ciber appoggia la fornitura di prestazioni della Base d'aiuto alla condotta e rafforza le capacità dell'esercito in ambito ciber.

21.03.2022 | Comunicazione Difesa, Lorena Castelberg

Con la creazione del battaglione ciber l'esercito rafforza e amplia le proprie capacità nel ciberspazio.
Con la creazione del battaglione ciber l'esercito rafforza e amplia le proprie capacità nel ciberspazio. ©VBS/DDPS, Corinne Glanzmann

Con una sobria cerimonia ufficiale nel castello di Colombier, il 18 marzo 2022 è stato consegnato lo stendardo del battaglione ciber 42. Il neocostituito battaglione rafforzerà e amplierà le capacità dell'esercito in ambito ciber. In un mondo sempre più interconnesso e digitalizzato, anche l'esercito è diventato vulnerabile ad attacchi provenienti dal ciberspazio ed è quindi chiamato ad incrementare le sue competenze in questo settore. Nel suo discorso il capo dell'esercito, Thomas Süssli, ha spiegato come l'ambito ciber si sia sviluppato nell'esercito sull'arco di decenni. «La creazione del battaglione ciber è una tappa importante», ha affermato augurando poi al battaglione molta energia e pieno successo nei compiti che sarà chiamato ad assumere.

L'ambito ciber è uno sport di squadra

Il brigadiere Thomas A. Frey, comandante della brigata d'aiuto alla condotta 41/SIS, ha ceduto il comando del nuovo battaglione ciber 42 al nuovo comandante, il maggiore SMG Davide Francesco Serrago. «Il compito è chiaro. Ora si tratta di garantire rapidamente la prontezza del bat ciber 42, assicurando entro il 1° gennaio 2024 un apporto di effettivi completo con mil integri e competenti, nonché di istruire e perfezionare costantemente la truppa e collaborare strettamente con i partner nel settore ciber. L'esercito in quanto sistema complessivo funziona, tra l'altro, quando l'esercito con la sua organizzazione di professionisti e quella di milizia è in grado di agire rapidamente nel ciberspazio», ha affermato il nuovo comandante.

Tre compiti fondamentali

Con la creazione del battaglione ciber 42 vengono rafforzate e ampliate le capacità dell'esercito in ambito ciber. Questa formazione appoggia in tutte le situazioni la fornitura di prestazioni dell'organizzazione di professionisti della Base d'aiuto alla condotta e del futuro Comando Ciber. I militari di milizia prestano il loro servizio in tre settori specialistici: ciberdifesa, quadro della situazione ciber militare e crittologia. L'impiego è assicurato per tutto l'anno, con la creazione di distaccamenti composti da specialisti di questi tre settori. Il battaglione ciber 42 è costituito da militari che dispongono delle necessarie esperienze in ambito ciber in virtù delle loro attività civili.


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale