print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Vivo scambio di esperienze tra comandanti di compagnia

A Wangen an der Aare il comandante di corpo Hans-Peter Walser, capo Comando Istruzione, ha incontrato i comandanti di compagnia che prestano il servizio pratico. La giornata è stata scandita da diverse presentazioni interattive e da workshop pratici svolti in piccoli gruppi. Ciò ha permesso ai comandanti di imparare a conoscersi e di dare vita a scambi di esperienze.

09.09.2021 | Comunicazione Difesa, Victor Polla

Lezioni tratte dalla pratica, discusse durante un workshop. ©VBS/DDPS, Victor Polla

Sono due i valori che fungono da fil rouge tra i diversi argomenti affrontati dal comandante di corpo Walser durante l'introduzione a questa giornata: la responsabilità e la fiducia. La responsabilità del comandante è fondamentale in tutte le circostanze e in tutti i settori, accompagnata dalla fiducia verso i superiori e i subordinati. D'altra parte egli ha ricordato quanto la capacità di comunicare i propri obiettivi e di mantenere una linea chiara siano fondamentali per la condotta per obiettivi.

Infine è stato posto l'accento sulla prevenzione: «Voglio che nel nostro esercito non vi sia spazio per le discriminazioni e desidero richiamare la vostra attenzione su questo tema», ha dichiarato il comandante di corpo, che ha poi aggiunto: «Sta a voi creare una cultura che permetta di discutere a livello di compagnia e di sezione: sono convinto che se impariamo a conoscerci saremo in grado di evitare le discriminazioni favorendo al contempo l'inclusione di tutti».

La leadership militare, un bene prezioso

In seguito ha preso la parola il colonnello Peter Wyser, membro dello stato maggiore di milizia del capo Comando Istruzione e attivo professionalmente nel settore privato. Nella sua presentazione ha mostrato ai giovani comandanti qual è il valore aggiunto fornito dalla formazione di leadership militare per la loro carriera professionale privata. A titolo di esempio, il colonnello Wyser ha sottolineato quanto la capacità di definire degli standard sia una qualità fondamentale tra i quadri nel settore privato: «Il rapporto di compagnia è uno strumento che vi permette di dirigere un piccolo stato maggiore in grado di mettere in atto la vostra visione inerente all'andamento del servizio e anche di mantenere elevato il livello di qualità».

Workshop dedicato all'innovazione

Che cosa si potrebbe fare per migliorare il modello di servizio attuale come pure l'istruzione militare nel quadro della Visione 2030 negli anni a venire? Il colonnello SMG Bernhard Horn è capo del settore «Progetti e sviluppo» e dirige il team incaricato di redigere due rapporti relativi al «modello di servizio» e al «concetto dell'istruzione» in vista del 2030. Allo scopo di permettere una consultazione ampia, con la milizia sono stati svolti 10 workshop con 150 partecipanti ognuno, mentre una dozzina di workshop sono stati svolti con il personale dell'Aggruppamento Difesa. Il comandante di corpo Walser ha dichiarato: «Non consultare i futuri comandanti del nostro esercito avrebbe significato perdere un'occasione». Così queste due problematiche sono state sottoposte ai giovani comandanti che in seguito sono stati suddivisi in piccoli gruppi. Alla fine del workshop il colonnello SMG Horn ha ricordato: «Non possiamo aspettare il 2030 per migliorarci», e ha fornito svariati esempi di misure elaborate nel corso di workshop precedenti che attualmente si trovano in fase di valutazione nelle formazioni d'addestramento.

Al termine di numerosi colloqui, talvolta dai toni critici ma sempre sinceri, i comandanti si sono dichiarati molto soddisfatti. Se dovesse esserci una nuova occasione, si fermerebbero anche per una cena tutti insieme.

Presentazione dei risultati del workshop: il comandante di corpo Walser (a destra) ascolta con attenzione. ©VBS/DDPS, Victor Polla