print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Un tutore dell’ordine a bordo di un Piranha

Giubbotto di protezione, cintura porta armi e apparecchio radio: di fronte al suo armadietto il tenente Gian-Domenico Bilotta preleva uno dopo l’altro gli oggetti d’equipaggiamento dal fondo del cassetto. L’ufficiale di professione specialista della polizia militare (PM) si equipaggia per affrontare una giornata variata tra sirene, carri armati e controlli di veicoli.

30.08.2021 | Personale Difesa, Helen Alt

Militärpolizei
© VBS/DDPS

La Mercedes classe G avanza fino alla barriera per poi fermarsi. Il ten Bilotta fa segno di spegnere il motore e abbassare il finestrino. Dopo il controllo dei documenti la barriera viene alzata e il veicolo può proseguire.

Con qualsiasi tempo

Il ten Bilotta è impiegato come ufficiale di professione specialista presso il comando d’impiego della polizia militare servizio di sicurezza Est nel Centro logistico dell’esercito Hinwil. Assieme ai suoi colleghi fornisce prestazioni di polizia di sicurezza, pianifica e dirige gli impieghi delle formazioni di milizia e di professionisti della polizia militare ed è responsabile della protezione di infrastrutture importanti nonché di svolgere controlli di persone e di veicoli. Il disegnatore edile diplomato di questo lavoro apprezza soprattutto la varietà: «Da noi non c’è un giorno uguale all’altro. Siamo fuori con qualsiasi tempo, ad eccezione di quando dobbiamo redigere i rapporti. In questo caso siamo seduti al computer in ufficio», afferma il ten Bilotta.

Allarme!

Tuttavia oggi non c’è molto tempo per sedersi e stendere il rapporto. Intatti arriva un allarme via radio: un impianto militare nelle vicinanze segnala un’effrazione. Il ten Bilotta conferma il messaggio radio e assieme a un collega sale a bordo del veicolo a righe bianco e arancione. Una volta arrivati presso l’impianto recintato, verificano dapprima il lucchetto della recinzione, in seguito la porta e l’impianto d’allarme del piccolo edificio. «Tutto in perfetto ordine», il ventiquatrenne annuncia via radio il rientrato allarme: si è trattato di un falso allarme.

Proteggere, garantire la sicurezza, intervenire

Di ritorno alla sua postazione presso il Centro logistico dell’esercito Hinwil occorre ancora verificare la prontezza all’impiego del carro armato granatieri ruotato Mowag Piranha. Domani, infatti, in occasione di una sequenza d’istruzione con la scuola reclute bisognerà svolgere un esercizio sull’allestimento e la gestione di un blocco stradale. A tale scopo Gian-Domenico Bilotta si mette subito alla guida del veicolo ben armato. Con destrezza manovra il carro armato granatieri ruotato pesante oltre 13 tonnellate con la scritta bianca «Polizia militare» fino al luogo desiderato. Lo posiziona in modo che un veicolo in avvicinamento debba inevitabilmente fermarsi e possa allenarsi ad assumere il comportamento corretto. Per la protezione di conferenze occorre ad esempio fare la guardia all’opera da proteggere, controllare le persone e i veicoli nonché intervenire in caso d’emergenza. In sintesi quindi i tre ambiti fondamentali dell’ufficiale di professione specialista della PM: proteggere, garantire la sicurezza, intervenire.