print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Incendi in Grecia: la Svizzera ha concluso il suo intervento

L’impegno dell’Aiuto umanitario della Confederazione e dell’Esercito svizzero per contrastare gli incendi in Grecia si è concluso il 14 agosto 2021. Per sette giorni i tre Super Puma con il loro equipaggio e la squadra di pronto intervento dell’Aiuto umanitario hanno sostenuto le autorità greche nelle operazioni di spegnimento degli incendi boschivi. Gli elicotteri svizzeri hanno effettuato nel complesso 226 rotazioni e riversato sul fuoco oltre 386 tonnellate di acqua.

15.08.2021 | Comunicazione Difesa, Roland Studer e Christoph Merki

In alleanza con gli aiutanti greci, i Super Puma svizzeri hanno volato le missioni contro il fuoco. ©EDA/DFAE, Mark Hauser

I Super Puma dell’Esercito svizzero inviati il 7 agosto 2021 nell’area interessata si sono dedicati principalmente allo spegnimento degli incendi sull’isola di Eubea e nel Peloponneso, totalizzando 75.5 ore di volo. La missione si è svolta sotto la direzione dell’Aiuto umanitario della Confederazione – che fa parte del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) – in stretta collaborazione con l’Esercito svizzero e le autorità greche.

Grazie al sostegno della Svizzera è stato possibile spegnere o circoscrivere diversi focolai e mettere in salvo i beni di numerose persone. La Svizzera è così riuscita a prestare un aiuto rapido e professionale là dove ce n’era urgente bisogno. Il distaccamento svizzero, composto da collaboratori e collaboratrici dell’Esercito, specialisti e specialiste delle Forze aeree e della Formazione d’addestramento del genio/salvataggio/NBC nonché da membri del Corpo svizzero di aiuto umanitario, è stato calorosamente ringraziato dalle autorità locali.

I piloti e gli esperti nella lotta contro gli incendi sono stati aiutati sul posto dall’equipaggio di terra che li aveva accompagnati in Grecia e che si è occupato della manutenzione degli elicotteri e del coordinamento con le autorità locali. La collaborazione con i responsabili dell’intervento e con i partner sul posto ha funzionato molto bene.

La Svizzera si è mobilitata in seguito a una richiesta ufficiale di sostegno delle autorità greche. I costi saranno coperti dai crediti esistenti del DFAE e del DDPS. La Confederazione continua a seguire da vicino l’evoluzione degli incendi nell’Europa meridionale e nei Balcani, valutando costantemente eventuali interventi in funzione delle richieste e delle possibilità.