print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

La componente di milizia in quanto partner importante nel panorama culturale e sportivo della Svizzera

Numerose manifestazioni culturali o sportive non potrebbero essere svolte senza l’appoggio dell’esercito. Anche quest’anno la componente di milizia ha sostenuto un gran numero di manifestazioni con risorse di personale o di materiale. Si tratta di una situazione win-win sia per gli organizzatori che per la truppa.

19.08.2021 | Comunicazione Difesa, Claudia Hofer

Anche durante la Festa dei vignaioli sono stati impiegati dei mil. Senza l’appoggio dell’esercito, numerose manifestazioni sportive e culturali non potrebbero essere svolte. ©VBS/DDPS, Comca D

La Festa dei vignaioli, il Giro della Svizzera, la Festa federale di lotta svizzera o le gare di sci: sono solo alcuni esempi di manifestazioni che non potrebbero aver luogo senza l’aiuto dell’Esercito svizzero. Il sistema di milizia permette ogni anno, su richiesta degli organizzatori, di impiegare delle truppe in appoggio a manifestazioni culturali e sportive d’importanza nazionale e internazionale. Tale appoggio da parte dell’esercito è disciplinato nell’ordinanza concernente l’appoggio a favore di attività civili e di attività fuori del servizio mediante mezzi militari (OAAM).

Presupposti chiari

Il primo contatto ha luogo tra l’organizzatore e la competente divisione territoriale, di regola con un anticipo di due anni. In occasione di tali incontri vengono esaminate le esigenze poste dall’organizzatore e la relativa fattibilità. L’OAAM contiene una serie di criteri che determinano l’impiego dell’esercito. Per esempio, le prestazioni richieste possono essere fornite dalla truppa soltanto se rappresentano un notevole valore aggiunto per l’istruzione della stessa. Inoltre non si può fare una concorrenza eccessiva alle aziende civili.

«Gradevole, senza complicazioni e professionale»

A causa della pandemia, negli scorsi due anni numerose manifestazioni sono state differite o annullate. Tuttavia anche quest’anno l’esercito è impiegato nell’ambito di diversi eventi e appoggia circa 86 manifestazioni. A inizio settembre i militari presteranno circa 500 giorni di servizio a favore dell’UCI Mountain Bike Worldcup a Lenzerheide, soprattutto per prestazioni in ambito sanitario e lavori con legname. «La collaborazione con l’esercito è molto gradevole, senza complicazioni e professionale. Apprezziamo molto il fatto di poter beneficiare dell’appoggio dell’esercito», spiega Christoph Müller, presidente del comitato organizzativo dell’UCI Mountain Bike Worldcup a Lenzerheide. In contropartita, l’organizzatore s’impegna a riconoscere in modo adeguato l’esercito secondo le misure convenute in materia di comunicazione.

Una situazione win-win

I compiti da svolgere nell’ambito delle manifestazioni sono molto variati: possono comprendere il disciplinamento del traffico, la costruzione di tribune, la fornitura di prestazioni in ambito sanitario, la realizzazione di costruzioni in legno, la costruzione di ponti provvisori e molto altro ancora. Grazie al collaudato sistema di milizia, gli organizzatori possono contare sull’aiuto degli specialisti dell’esercito nello svolgimento delle manifestazioni. Dal canto suo l’esercito trae un notevole beneficio a livello di istruzione e allenamento, soprattutto nell’ambito della condotta e dell’affidabilità nel quadro di un impiego reale.

A inizio settembre dei militari presteranno circa 500 giorni di servizio a favore della UCI Mountain Bike Worldcup a Lenzerheide. Si tratterà soprattutto di prestazioni in ambito sanitario e lavori con legname. Foto d’archivio, © Comunicazione Mountainbike Worldcup Lenzerheide.

Buono a sapersi

Buono a sapersi

Gli impieghi d’appoggio secondo l’ordinanza concernente l’appoggio a favore di attività civili e di attività fuori del servizio mediante mezzi militari (OAAM, RS 513.74) sono contributi sussidiari dell’esercito alla realizzazione di grandi manifestazioni civili d’importanza nazionale e internazionale. Le prestazioni secondo l’OAAM non fanno parte di impieghi nell’aiuto in caso di catastrofe, dell’aiuto umanitario o degli impieghi sussidiari di sicurezza.

Sullo stesso argomento

Il sistema di milizia svizzero