print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Tre Paesi, un'esercitazione

L'esercitazione annuale Common Roof sulla gestione informatica ha luogo quest'anno per la prima volta sotto la responsabilità della Base d'aiuto alla condotta. Insieme alla Germania e all'Austria, gli specialisti e i soldati dell'esercito verificano i processi nell'ambito dell'informatica e della comunicazione. Lo scenario consiste in un terremoto nella regione del Lago di Costanza.

12.08.2021 | Comunicazione Difesa, Anna Muser

L'esercitazione Common Roof viene svolta dal 2017. ©VBS/DDPS, Anna Muser

In caso d'emergenza fare subito una telefonata, inviare un'e-mail oppure mettere a disposizione dei file in un archivio condiviso: tutto questo funziona bene e aiuta a riportare rapidamente sotto controllo situazioni confuse, come ad esempio nel caso di un terremoto. Ciò tuttavia è possibile solo se gli attori si trovano nello stesso ambiente informatico.

Una sfida è rappresentata dal coordinamento in caso di un evento di vasta portata che deve essere gestito addirittura oltre i confini nazionali. In tal caso le organizzazioni di soccorso come pure gli eserciti dei diversi Paesi devono collaborare tra loro. In caso d'emergenza, le questioni riguardanti l'archiviazione sicura dei file oppure una piattaforma comune di videotelefonia devono già essere chiarite in precedenza.

Preparativi per un effetto didattico di vasta portata

Dal 2017 le forze armate di Germania, Austria e Svizzera si esercitano nell'ambito del sistema informatico integrato. L'elemento centrale è costituito dalla gestione dei servizi informatici (IT-Service-Management, vedi riquadro). Nel 2021 la Svizzera è responsabile per la prima volta della direzione dell'esercitazione. I competenti specialisti della Base d'aiuto alla condotta dell'esercito (BAC) hanno concepito uno scenario particolarmente impegnativo. «Siamo pronti a compiere uno sforzo aggiuntivo nei preparativi e nell'impostazione dell'esercitazione. In tal modo possiamo incrementare l'effetto didattico per tutti i partecipanti. Inoltre creiamo così una solida base per le esercitazioni successive», afferma Christian Peier, sezione Operazioni BAC. Parteciperà all'esercitazione un team di circa 50 persone, composto da militari, impiegati civili e apprendisti della BAC come pure da partecipanti provenienti dal Comando Operazioni e dalla RUAG.

Interesse al di là dell'esercito

Il sistema informatico integrato non rappresenta una sfida solo sul piano internazionale. Con il sistema federale in Svizzera, ad esempio, l'Ufficio federale della protezione della popolazione si trova confrontato con sfide simili. Per questo motivo tale esercitazione e i relativi dati raccolti riscuotono da sempre un grande interesse. Inoltre si approfitta del fatto che la direzione dell'esercitazione sia affidata alla Svizzera per invitare un più largo pubblico ad assistere. In tal modo i prezioni insegnamenti possono essere utili anche al di fuori dell'organizzazione.

IT-Service-Management

La gestione dei servizi informatici (IT-Service-Management, ITSM) comprende tutto quanto è necessario per raggiungere all'interno di un'organizzazione il miglior supporto possibile ai processi e alle procedure attraverso le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC). In primo piano vi sono i prodotti TIC che possono essere impiegati direttamente dagli utenti. L'obiettivo è quello di creare una maggiore efficienza, qualità ed economicità sia per il settore TIC che per gli utenti. A tal fine l'ITSM vuole sapere di cosa abbia bisogno e cosa si aspetti l'utente informatico. Con l'ITSM vengono standardizzate le prestazioni e vengono consolidati i processi informatici come pure i ruoli e gli strumenti utilizzati. Le prestazioni fornite vengono poi misurate, valutate e ottimizzate.