print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Lavoro su misura di diverse tonnellate

Militari del battaglione d'intervento d'aiuto in caso di catastrofe hanno costruito un ponte a Wangen an der Aare. In questo modo le imprese edili responsabili della imminente costruzione della nuova caserma dispongono di un accesso separato all'area del cantiere. Lavoro di squadra, precisione e qualità hanno contraddistinto la collocazione di 130 tonnellate di acciaio con una precisione millimetrica.

21.09.2020 | Comunicazione Difesa, Michael Senn

im_einsatz_it
Lavoro di squadra, precisione e qualità: le 130 tonnellate di acciaio devono essere collocate al posto giusto con precisione millimetrica. (Foto: VBS/DDPS, Corinne Glanzmann)

Con la costruzione del ponte presso la piazza d'armi di Wangen an der Aare viene avviato l'ampliamento dell'infrastruttura. Entro il 2025 sarà edificata una nuova caserma, costruito un nuovo edificio per i pompieri e realizzata una costruzione multifunzionale per la guardia, l'amministrazione e un centro medico regionale. Grazie all'accesso separato, le attività militari vengono toccate in minor misura, garantendo così uno svolgimento più efficiente delle procedure per tutte le parti interessate. L'incarico viene svolto come prestazione OAAM per la committente dei lavori edili armasuisse.

Sistema di ponte modulare

Il sistema di ponte utilizzato proviene dalle scorte dell'esercito. Si tratta dello stesso tipo di ponte già impiegato a Bondo, a Kandergrund e in occasione della Festa di lotta svizzera a Burgdorf. Il ponte ha una lunghezza complessiva di poco superiore agli 85 metri ed è composto da due parti di 58 e 27 metri ciascuna. Conduce da un piazzale di ghiaia alla parte posteriore dell'area della caserma e poggia su un pilastro intermedio. Grazie alla sua struttura modulare è stato possibile adattarlo in modo relativamente flessibile alle caratteristiche del luogo.

Alla fine il ponte sarà in grado di consentire l'attraversamento a veicoli di un peso massimo di 40 tonnellate. Dopo la conclusione dei lavori di costruzione è previsto il suo smantellamento poiché a quel punto avrà adempiuto al suo scopo e sarà quindi a disposizione per altri impieghi.

Know-how interno all'esercito

La competenza per questo tipo di ponte spetta esclusivamente al battaglione d'intervento d'aiuto in caso di catastrofe, poiché non viene acquisita nelle scuole reclute. L'unità di militari in ferma continuata proveniente da Bremgarten si è assunta la responsabilità anche dei lavori di preparazione che comprendevano la realizzazione di sentieri, recinzioni e delle fondamenta del ponte.

Per poter collocare sul posto le 130 tonnellate di acciaio erano necessari motori di elevata potenza. Quindi era presente sul posto un equipaggio del carro armato di recupero «Büffel» proveniente dalla scuola dei blindati 21 di Thun che con il suo veicolo d'appoggio della potenza di 1500 CV ha provveduto al trasporto. Di conseguenza il veicolo di 60 tonnellate, che altrimenti è destinato al recupero di altri carri armati, è stato utilizzato per un impiego insolito, tuttavia ha superato la sfida in maniera magistrale. Soltanto una volta, quando il baricentro doveva essere momentaneamente trasferito sul pilone intermedio posto più in basso e il ponte doveva poi essere nuovamente spostato sulla riva opposta situata più in alto, il carro armato ha avuto bisogno di tutta la sua potenza.

Fattore di successo milizia

Sotto la direzione di quadri esperti, i soldati in ferma continuata e le reclute hanno svolto nel giro di una giornata un lavoro impegnativo che richiedeva spirito di squadra, precisione e buona qualità. Grazie alla proficua combinazione delle competenze specialistiche è stato possibile mantenersi al di sotto dei tempi previsti e quindi concludere con successo l'innesto del ponte in anticipo.

Foto

Sullo stesso argomento

Impiegati laddove c'è bisogno di noi