print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Lo spazio aereo non è semplicemente aria

Per qualsiasi Nazione, lo spazio aereo riveste un'importanza notevole. La salvaguardia della sovranità sullo spazio aereo e la conseguente protezione dello spazio aereo in tutte le situazioni rappresentano uno dei compiti fondamentali dell'Esercito svizzero. Le Forze aeree sono impiegate quotidianamente per sorvegliare lo spazio aereo e garantire in ogni momento la sicurezza della Svizzera.

16.06.2020 | Comunicazione Difesa, Eve Hug

Titelbild_20140745
Foto: DDPS, Alexander Kühni, Sam Bosshard

Gli aerei trasportano passeggeri e merci in tutto il mondo. Non appena le frontiere nazionali saranno state riaperte ovunque, ogni giorno migliaia di persone torneranno a salire sugli aerei per motivi di lavoro o per andare in vacanza. Senza l'utilizzo dello spazio aereo, gli scambi internazionali di merci e la mobilità delle persone non sarebbero possibili nella misura che conosciamo oggi. La società globalizzata e l'economia necessitano di un traffico aereo efficace e sicuro.

Territorio statale ampliato

Lo spazio aereo sopra una Nazione fa parte del territorio statale. A livello di diritto internazionale la Svizzera è tenuta ad applicare la sovranità statale sul suo territorio. In quanto Stato neutrale, la Confederazione desidera provvedere alla protezione del suo territorio statale con mezzi propri. Il principale mezzo a disposizione della Svizzera per salvaguardare la sovranità sullo spazio aereo, sorvegliarlo e se necessario imporre con interventi di polizia aerea il rispetto delle regole per il suo utilizzo, sono le Forze aeree.

Sorveglianza dello spazio aereo

In situazione di normalità, le Forze aeree garantiscono il servizio di polizia aerea. Insieme ai servizi civili di controllo del traffico aereo, sorvegliano il rispetto delle norme della navigazione aerea, aiutano gli aerei in difficoltà e impediscono l’utilizzo abusivo dello spazio aereo svizzero. Questo compito deve essere garantito 24 ore su 24 e sette giorni su sette. Per questo, attualmente vi sono due aerei da combattimento armati pronti a decollare entro 15 minuti dalle ore 6 alle ore 22, e a partire dal 2021 questa prontezza sarà garantita 24 ore su 24.

Interventi in volo

Quando vengono poste restrizioni all'utilizzo dello spazio aereo, ad esempio durante le conferenze internazionali, gli aerei da combattimento e la difesa terra-aria permettono alle Forze aeree di imporne il rispetto. Nei periodi di accresciute tensioni, le Forze aeree garantiscono la salvaguardia della sovranità sullo spazio aereo svizzero e ne impediscono un uso non autorizzato. Anche se, contro le previsioni, nei dintorni della Svizzera dovesse scoppiare uno scontro armato, una salvaguardia credibile della sovranità sullo spazio aereo può risultare decisiva per impedire che il Paese sia coinvolto in un conflitto. In caso di attacco alla Svizzera, la difesa dello spazio aereo spetta alle Forze aeree, che respingono gli attacchi avversari e proteggono la popolazione, le altre unità dell’esercito nonché le infrastrutture civili e militari strategiche da eventuali attacchi aerei.

Sistema complessivo

La capacità di proteggere efficacemente lo spazio aereo in tutte le situazioni e, se necessario, anche per un periodo prolungato è d'importanza fondamentale non solamente per la sicurezza della popolazione svizzera, bensì anche per la prontezza all'impiego dell'esercito. Senza le Forze aeree non può essere impiegato con prospettive di successo nemmeno l'esercito in quanto senza la sovranità sullo spazio aereo le forze d'impiego a terra sarebbero totalmente esposte agli attacchi aerei. Tuttavia anche le Forze aeree necessitano delle altre parti dell'esercito per poter adempiere i propri compiti: sono per esempio indispensabili la logistica, l'aiuto alla condotta, la ciberdifesa come pure la protezione fisica delle infrastrutture. L'esercito rappresenta un sistema complessivo, volto a proteggere e a difendere la Svizzera e la sua popolazione in qualsiasi situazione.

 

Servizio di polizia aerea 24 (PA24)

Nel quadro del progetto Polizia aerea 24, entro la fine del 2020 le Forze aeree, unitamente alle necessarie organizzazioni partner (per es. Base logistica dell’esercito, Base d’aiuto alla condotta, Skyguide), garantiranno 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno che due aerei da combattimento armati possano decollare entro 15 minuti al massimo. Per strutturare i processi e reperire il personale necessario, dal 2016 il progetto viene attuato in diverse fasi. Attualmente è stata realizzata una prontezza all’impiego per 365 giorni all’anno dalle ore 6.00 alle ore 22.00. Dall’inizio del 2021 sarà in vigore la prontezza permanente all’impiego.

News


Polizia aerea