print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

«CORONA 20»: completati ulteriori compiti dell'esercito

Mercoledì 17 giugno 2020, l'esercito terminerà il suo impiego a sostegno dei corpi della polizia cantonale di Ginevra e di Vaud per la protezione delle missioni estere. Ciò significa che solo 50 ufficiali professionisti della polizia militare resteranno in servizio a favore dell'Amministrazione federale delle dogane (AFD) e 12 soldati di fanteria regolari resteranno in servizio per mantenere la loro competenza nella protezione delle ambasciate.

16.06.2020 | Comunicazione Difesa, Jürg Nussbaum

armee-grenzeinsatz
VBS/DDPS/Esercito svizzero

Il dispiegamento dell'esercito in supporto dei corpi di polizia cantonale di Ginevra e Vaud per la protezione delle rappresentanze estere, inizialmente previsto per il 30 giugno 2020, terminerà domani, mercoledì 17 giugno 2020. Ciò significa che l'AFD avrà ancora a disposizione 50 militari professionisti della polizia militare fino alla fine di giugno 2020. Inoltre, 12 soldati di fanteria continueranno a prestare servizio nella protezione delle ambasciate sotto l'autorità del comando della polizia militare.

In precedenza, il 14 giugno 2020, l'AFD aveva sollevato le unità di milizia dell'esercito dai loro compiti di "protezione" al confine nazionale e nelle zone di confine. Dal 27 marzo 2020 l'esercito fornisce all'AFD un supporto sussidiario con compiti di controllo e sicurezza. Sono stati dispiegati a questo scopo fino a 650 militi. Oltre a 50 ufficiali professionisti della polizia militare, per svolgere questa missione sono stati impiegati ai confini con la Francia, la Germania e l'Austria, i militi del Battaglione di polizia militare 3, del Battaglione di fanteria di montagna 91 e dei Battaglioni di fanteria 19 e 65 . Le missioni dell'esercito ncon i compiti di "aiuto" sono già state portate a termine il 29 maggio 2020 e i soldati sono stati liberati dal servizio in campo medico.

Con l'avvio della mobilitazione, il 16 marzo 2020 il Consiglio federale ha incaricato l'esercito di fornire appoggio alla sanità pubblica civile, all'Amministrazione federale delle dogane e ai corpi di polizia cantonali con un numero massimo di 8000 militari. Da allora temporaneamente fino a 5000 militari hanno prestato servizio d'assistenza nei due ambiti «aiutare» e «proteggere» in tutti i Cantoni svizzeri e nel Principato del Lichtenstein. Secondo il principio «Impiegati laddove c'è bisogno dell'esercito», i militari hanno adempiuto circa 300 incarichi con massima soddisfazione delle autorità civili.

News


Documenti

  • Concetto di protezione, Comando Istruzione
    Tutti i punti menzionati nel presente concetto di protezione si fondano sugli ordini vigenti del medico in capo dell’esercito nonché sui rispettivi ausili di lavoro, sui promemoria e sulle raccomandazioni relative alle misure di comportamento e d’igiene dell’UFSP.
    07.07.2020 | PDF, 16 Pagine, 137 KB