print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Auguri di Natale dell'Esercito svizzero

Durante il periodo natalizio, l'Esercito svizzero invia un messaggio musicale a tutti i cittadini svizzeri, in segno di riconoscenza. Quale omaggio per il sostegno ricevuto, in occasione delle quattro domeniche dell'avvento, la musica militare offre un brano accuratamente scelto che rappresenta le tappe del soldato nella sua vita militare.

22.12.2019 | Comunicazione Difesa

Con «Rippling Watercolors» (Brian Balmages) la quarta domenica d'Avvento è tutta all'insegna dei proscioglimento dall'obbligo di prestare servizio.

Con «Thor: The Dark World» (Brian Tyler/arr. Frank Bernaerts), la prima domenica dell'avvento è all'insegna del debutto, ovvero del reclutamento.

Il reclutamento

Ogni anno, circa 30’000 giovani astretti al servizio provenienti da tutta la Svizzera sono convocati in uno dei sei centri di reclutamento dell'Esercito svizzero. A Payerne, Sumiswald o Aarau, a Rüti, Mels o al Monteceneri, questi vengono messi alla prova dagli specialisti dell'esercito sulle loro capacità ed i loro punti di forza. Qui i giovani sono sottoposti a diversi test e controlli prima di essere assegnati ad una funzione che li accompagnerà per tutto il periodo di servizio come futuri militi dell'esercito. L'obiettivo è sempre quello di avere la persona giusta al posto giusto. Affinché ciò sia possibile, i ragazzi e le ragazze convocati, unitamente al personale di reclutamento, danno prova di grande impegno. Per questo tutti meritano una grande riconoscenza.

Josef Müller-Tschirky, Gastro Consulting Staad

Con «Jump» (Alex van Halen, arr. Bill Calhoun) la seconda domenica d'Avvento è tutta all'insegna della scuola reclute.

La scuola reclute

Tutto è insolitamente diverso nella quotidianità di una scuola reclute. All'inizio della SR ti trovi insieme ai tuoi camerati in un mondo sconosciuto. Rapidamente però imparate ad affrontare insieme le nuove sfide e ad adempiere i compiti militari fianco a fianco, soprattutto acquisite capacità particolari che vi torneranno utili anche nell'attività professionale quotidiana in ambito civile.

Ringraziamo le oltre 20 000 reclute che ogni anno assolvono le scuole reclute. Un ulteriore ringraziamento va ai quadri e al personale di professione, che contribuiscono in maniera determinante al successo della scuola reclute. Soprattutto loro trasformano le reclute in militari responsabili e idonei al servizio militare.

Deborah Lenz

Con «Don't Stop Me Now» (Freddie Mercury, arr. Yamazato Sawako) la terza domenica d'Avvento è tutta all'insegna dei corsi di ripetizione.

Il corso di ripetizione

In media una volta all'anno riprendi per tre settimane il tuo equipaggiamento militare, lasci la tua vita civile ed entri in servizio per il corso di ripetizione (CR). Nella tua unità ti alleni insieme ai tuoi camerati per essere pronto all'impiego nel caso di un evento reale secondo il compito dell'esercito COMBATTERE – PROTEGGERE – AIUTARE.

Per la coscienziosità nell'adempimento del loro servizio militare i nostri circa 100 000 militari di milizia meritano la nostra profonda gratitudine. Un ringraziamento particolare va anche ai quadri di milizia, che preparano il CR, e ai centri logistici dell'esercito, che approntano tutto il materiale per la truppa.

Ferdinand Kleger

4. Avvento

Il proscioglimento dall'obbligo di prestare servizio

Hai prestato i tuoi giorni di servizio, hai assolto il tuo obbligo di prestare servizio militare e il tuo libretto di servizio è pieno di timbri e registrazioni. Ora sei prosciolto dal servizio è hai restituito il tuo equipaggiamento personale. Hai vissuto l'esercito in prima persona e durante questo periodo hai potuto acquisire molteplici capacità e ti sei arricchito di interessanti esperienze e amicizie che potranno risultare preziose anche in futuro. In quanto ex militare sei diventato per così dire un «ambasciatore dell'esercito». Il servizio da te prestato nell'esercito a favore della sicurezza del nostro Paese merita la massima gratitudine e riconoscenza.

Auguriamo a tutti i militari e a tutti i nostri collaboratori in prima linea e nell'amministrazione buone Feste e un sereno Natale. Ringraziandovi vivamente del vostro grande sostegno vi auguriamo un felice Anno Nuovo.

Heiri Kägi