print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Tirocinio e sport – una simbiosi vincente (2a parte)

Si allena fino a 15 ore a settimana e ogni fine settimana partecipa a gare ciclistiche di 90 fino a 130 chilometri. Mike Neuenschwander è un ciclista su strada per passione. Il programma «Tirocinio e sport» gli permettere di assolvere il suo tirocinio di impiegato di commercio presso il Comando Istruzione e contemporaneamente di allenarsi. Nella seconda parte della nostra serie accompagneremo Mike Neuenschwander durante l’allenamento e scopriremo di più sulla sua preparazione sportiva quotidiana.

01.10.2019 | Comunicazione Difesa, Helen Alt

Il programma «Tirocinio e sport», che sostiene i giovani talenti nella loro formazione e nel raggiungimento dei loro obiettivi sportivi, permette a Mike Neuenschwander di conciliare al meglio il suo tirocinio e lo sport di punta.

Prima di inforcare la sua bici al mattino di buon’ora per recarsi alla stazione di Thurnen, di solito Mike Neuenschwander ha già alle spalle almeno un programma di allenamento in palestra. La settimana di Mike è suddivisa in quattro giorni in ufficio e uno alla scuola professionale di Berna. Dopo il lavoro o la scuola inizia subito l’allenamento: oltre all’allenamento a intervalli e all’allenamento di resistenza, gli allenamenti di rigenerazione e gli esercizi con un rullo massaggiante (blackroll) provvedono ad alleviare le tensioni muscolari e a ravvivare la circolazione.

Per variare, nelle stagioni intermedie il 18enne pratica regolarmente anche un po’ di jogging. Naturalmente anche l’alimentazione riveste un ruolo importante. Tuttavia Neuenschwander non segue un piano di alimentazione preciso. Presta semplicemente attenzione ad un’alimentazione equilibrata e a un sufficiente apporto calorico al proprio corpo: «Il mio piatto preferito è l’hamburger che non è proprio il più indicato, ma ogni tanto si può fare uno strappo alla regola», afferma ridendo.

Per verificare l’efficienza fisica e la capacità di resistenza del giovane ciclista, il suo allenatore Bruno Diethelm lo sottopone due volte all’anno a un test prestazionale. In base ai risultati del test si possono fissare ulteriori obiettivi intermedi ed eventualmente adeguare il piano di allenamento. «Mike dà il tutto per tutto per la sua carriera da ciclista. Nonostante gli infortuni dell’anno scorso e di quest’anno, Mike rimane fedele al suo obiettivo, si adatta alle nuove circostanze e lavora in modo mirato», spiega Diethelm. Diethelm apprezza particolarmente la tenacia e la capacità di pensare in modo analitico di Mike, qualità indispensabili per la carriera sportiva e professionale del giovane. L’allenatore ne è convinto.

Nel suo tempo libero Mike viaggia volentieri con il fratello, che è anche il suo fan più assiduo. I due fratelli amano scoprire nuove città, fotografare ma anche passare del tempo nella natura. Tuttavia, neanche nel tempo libero il ciclista riesce a trascurare la sua passione: attualmente sta costruendo una bici da corsa nera opaca. Le biciclette sono da sempre la sua passione spiega con un sorriso il futuro impiegato di commercio mentre sta montando il cavo di un freno.

Mike Neuenschwander

La bici da corsa quale passione

Lo sportivo di punta Mike Neuenschwander ha 18 anni e frequenta il 4° anno di tirocinio quale impiegato di commercio presso il Comando Istruzione all’insegna del programma «Formazione tirocinio e sport». Si allena fino a 15 ore a settimana e ogni fine settimana partecipa a gare ciclistiche di 90 fino a 130 chilometri. Grazie all’offerta flessibile dell’esercito per i giovani talenti, Mike può assolvere il tirocinio in 4 anni invece di 3.

Nei prossimi mesi, su questo sito, potrete scoprire come Mike Neuenschwander riesce a conciliare nella quotidianità il suo tirocinio e lo sport di punta, come festeggia i suoi successi sportivi e come affronta le sfide successive. Accompagneremo Mike sul lavoro, negli allenamenti e nel suo tempo libero.

Articoli già pubblicati