print preview

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Rapporto annuale della Divisione Territoriale 3 - "Il faro"

La Divisione Territoriale 3 ha presentato il suo rapporto annuale nella Ägerihalle con il motto "Il Faro". Il Comandante di divisione Maurizio Dattrino ha riconosciuto i successi dell'anno passato e ha condiviso i suoi obiettivi visionari per il futuro. L'evento, caratterizzato da incitazioni alla responsabilità individuale e da relatori esterni, ha sottolineato l'importanza dell'Esercito svizzero nella situazione di sicurezza globale.

01.12.2023 | Kdo Ter Div 3

terdiv3_dattrino_jahresrapport_2023
Divisionario Maurizio Dattrino © Div Ter 3

Unterägeri ZG, 01.12.2023 - Il 1° dicembre 2023, la popolazione di Unterägeri ha assistito a un grande raduno di membri in uniforme dell'Esercito svizzero, altrimenti insolito per questa regione. La Divisione territoriale 3 (DivTer 3) ha tenuto la sua revisione annuale nella Ägerihalle. Anche quest'anno l'evento ha riunito alti ufficiali militari di forze armate straniere, rappresentanti del governo e della comunità locale per celebrare i successi dell'anno passato e presentare la direzione strategica futura e gli obiettivi definiti. Il Comandante di divisione Maurizio Dattrino, nuovo comandante della Divisione Territoriale 3, ha colto l'occasione per riconoscere i risultati ottenuti dalla divisione dopo i primi sei mesi di mandato e per condividere la visione per il futuro con oltre 500 membri del suo staff e dei battaglioni subordinati.

Il Divisionario Dattrino ha aperto la riunione con il motto di quest'anno: "Il Faro". "Vorrei ripercorrere con voi i successi dell'anno e indicarvi dove vorrei portare la Divisione nei prossimi quattro anni".

La parola del giorno del cappellano dell'Esercito

Nel mezzo degli attuali disordini e crisi globali, il Cappellano della Divisione, Capitano Ugo Rossi, ha sottolineato nel suo discorso la necessità di lavorare per la giustizia contribuendo attivamente a superare i pregiudizi e le ingiustizie nella vita quotidiana: "Il mondo sembra essere in fiamme". Ha invitato a non perdere la nostra umanità e ad affrontare le paure con atti concreti di giustizia e ha concluso riconoscendo che la giustizia è una responsabilità individuale che va costruita passo dopo passo.

Il bilancio del Comandante

Il Divisionario Dattrino ha spiegato di non aver potuto ripercorrere personalmente l'intero anno a causa dell'assunzione del comando in estate, anche se ha già avuto modo di visitare occasionalmente le truppe e il personale. I momenti salienti del 2023 nei battaglioni sono stati ricordati con un filmato. Il Comandante ha aggiunto che anche quest'anno è stato fatto un duro lavoro e sono stati compiuti progressi significativi.  I soldati motivati e i quadri appassionati hanno dato un contributo significativo a questo risultato. "Il mio sincero ringraziamento va alla vostra dedizione, che merita il mio massimo rispetto. La vostra instancabile determinazione a fare del bene costituisce una solida base per la nostra futura cooperazione. Nei prossimi anni, costruiremo insieme qualcosa di significativo. Grazie mille a tutti".

Omaggio del Capo del Comando delle operazioni

Il Comandante di corpo Laurent Michaud, capo del Comando operazioni e quindi diretto superiore della Divisione territoriale 3, ha sottolineato la necessità che la Svizzera trovi il suo posto nella situazione di sicurezza globale. Nel suo discorso ha sottolineato la gravità della situazione e ha presentato le misure per migliorare le capacità di difesa dell'Esercito svizzero. L'Esercito tornerà a condurre un maggior numero di esercitazioni tattiche di difesa per prepararsi alle varie sfide; non solo le più probabili, ma anche le più pericolose. Michaud ha invitato i membri della Divisione territoriale 3 e dei battaglioni subordinati a migliorare la loro autoprotezione e a sviluppare una più profonda comprensione della minaccia. Allo stesso tempo, ha elogiato la grande volontà di apprendimento dei soldati e dei quadri, la professionalità delle truppe e il necessario pragmatismo dei comandanti delle unità.

Relatori ospiti del mondo dell'istruzione e della politica

L'evento è stato arricchito da due relatori d'eccezione. Il Prof. Dr. Peter Kirchschläger dell'Università di Lucerna ha parlato di "Trasformazione digitale ed etica nell'intelligenza artificiale", mentre la Consigliera di Stato Laura Dittli, Direttrice del Dipartimento sicurezza del Cantone di Zugo, ha espresso il suo apprezzamento per i diversi compiti e l'impegno della Divisione territoriale 3 in un discorso di benvenuto. Nel suo bilancio dell'anno 2023, la Consigliera di Stato Dittli ha sottolineato la situazione geopolitica, in particolare la guerra in corso in Ucraina e il conflitto in Medio Oriente. Ha sottolineato il ruolo centrale dell'Esercito svizzero, in particolare della Ter Div 3, nelle situazioni di crisi. Ha ringraziato tutti i membri per l'impegno profuso e ha anticipato il seminario della RGF Ter Div 3 che si terrà a Zugo nel marzo 2024.

Passaggio di consegne nei battaglioni

Un altro momento saliente dell'evento è stato il passaggio di consegne nei battaglioni subordinati. Il enente colonnello SMG Pascal Büchler ha ceduto il comando del Battaglione di Stato Maggiore Ter Div 3 al maggiore SMG Giovanni Ciarulli. Al Geniebataillon 9, il tenente colonnello Richli è stato sostituito dal tenente colonnello Fabien Valterio, mentre il Battaglione salvataggio 3 ha il suo nuovo comandante nel maggiore SMG Stefan Roos con il passaggio di consegne dal tenente colonnello SMG Alberto Ceronetti.

Indirizzo per le richieste di informazioni

tenente colonnello Christian Bachmann
Capo delle comunicazioni della Divisione territoriale 3

christian.bachmann@vtg.admin.ch
+41 79 510 96 34

Pubblicato da: Divisione territoriale 3

La divisione territoriale 3 interviene ogniqualvolta i cantoni di Uri, Svitto, Zugo, Grigioni e Ticino necessitano di un supporto da parte dell’esercito. La divisione è infatti il partner di riferimento di questi cantoni per le questioni politico-militari. Presta il suo aiuto quando le forze civili non sono sufficienti per far fronte ai bisogni reali di materiale e di personale. Essa offre importanti prestazioni nell’ambito della prontezza di base e dell’impiego dell’esercito, nella collaborazione fra i cantoni e l’esercito e, da ultimo, nel contribuire a mantenere il funzionamento delle infrastrutture civili presenti sul nostro territorio in caso di situazioni straordinarie. Da più di dieci anni comanda le truppe di terra che durante il World Economic Forum di Davos prestano servizio nell’ambito dell’impiego sussidiario di sicurezza dell’esercito a favore del Canton Grigioni. In occasione della Ukraine Recovery Conference (URC2022) svoltasi nel luglio ’22 a Lugano, è stata impiegata sussidiariamente a favore delle autorità del Canton Ticino per garantire la sicurezza dell’incontro internazionale che ha radunato sulle rive del Ceresio personalità internazionali di altro profilo.


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale