print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

La storica stretta di mano di Nelson Mandela

Il 21 gennaio si aprirà la 50esima edizione del Forum economico mondiale di Davos (WEF). Per celebrare questo anniversario, Cuminaivel vi accompagna in un viaggio a ritroso nel tempo, tra fatti storici, eventi sorprendenti ed episodi divertenti.

20.01.2020 | CUMINAIVEL | ni/ab

WEF 50 Rubrik 6

 

È una delle più grandi figure del 20esimo secolo: Nelson Mandela. Alla luce della sua attività contro la politica dell'apartheid nel suo paese d'origine, il Sudafrica, Mandela ha trascorso ben 27 anni in carcere come prigioniero politico. La sua lotta per la libertà contro l'oppressione e l'ingiustizia sociale nei confronti della popolazione nera ha infine dato i suoi frutti nel 1990, una volta rilasciato. Quattro anni dopo è diventato il primo presidente di colore del suo Paese.

Nel mezzo è andato in scena un momento storico a Davos: insieme al suo predecessore Frederik de Klerk, Mandela si è recato in Svizzera e ha tenuto il suo primo discorso sul futuro economico del Sudafrica. E la stretta di mano tra i due leader ha fatto il giro del mondo. Mandela ha ricevuto molti applausi da parte dei capi di Stato e dei manager presenti nei Grigioni ed è stato lodato a livello mondiale per il suo coraggio e il suo sacrificio. Nel 1993 entrambi i politici hanno vinto insieme il premio Nobel per la pace. Un riconoscimento, tra le altre cose, figlio anche della partecipazione congiunta al WEF di Davos l'anno prima.