print preview

Obiettivi e strategia dell’esercito del futuro

Per poter proteggere la Svizzera e i suoi abitanti anche in futuro, l’esercito deve rafforzare la sua capacità di difesa in maniera coerente in tutte le zone d’efficacia. Il Comando dell’esercito ha definito in un rapporto gli obiettivi e la strategia da attuare a tal fine. Il rapporto illustra tre orientamenti e i relativi costi.

Fernglas_Vorausblick 1

L’Esercito svizzero è orientato all’evoluzione della situazione in materia di sicurezza e alle minacce del futuro, come illustrato nel quinto punto della Visione 2030 (anticipazione delle minacce) – la guerra in Ucraina ha reso ancora più urgenti gli sforzi dell’esercito in tal senso. Per poter adempiere anche in futuro il suo compito di difendere il Paese e la sua popolazione, l’esercito deve rafforzare la sua capacità di difesa in tutte le zone d’efficacia (a terra, nello spazio aereo, nel ciberspazio, nello spazio elettromagnetico, nello spazio cosmico e nel settore delle informazioni), a tutto raggio, in modo consono ai tempi e soprattutto in maniera coerente. Gli obiettivi e la strategia in tal senso sono stati definiti dal Comando dell’esercito in un apposito rapporto («Rafforzamento della capacità di difesa») comprendente i tre seguenti orientamenti.

L’Esercito svizzero intende:

1. sviluppare in modo adattivo le sue capacità militari per

  • tener conto dei rapidi mutamenti in atto nel contesto e delle incognite legate alla situazione in materia di sicurezza
  • trarre insegnamenti in fasi ben definite e svilupparsi in maniera flessibile
  • mantenere le sue prestazioni in quanto sistema complessivo nel corso del proprio sviluppo

 

2. sfruttare le opportunità offerte dal progresso tecnologico per

  • incrementare le proprie prestazioni nel loro complesso, acquisendo informazioni sulla situazione migliori e più ampie, conseguendo un vantaggio conoscitivo e decisionale nei confronti di un avversario e ottenendo effetti più rapidi e precisi a maggiori distanze
  • ridurre i rischi a cui i militari sono esposti nell’ambito di impieghi di combattimento
  • ottimizzare i propri processi mediante la digitalizzazione, la robotica e l’intelligenza artificiale e quindi impiegare le proprie risorse con maggiore efficienza o in altro modo
     

3. intensificare la cooperazione internazionale per

  • approfittare delle esperienze e degli standard di altre forze armate e fornire nel contempo con le proprie capacità un contributo a favore della sicurezza in Europa
  • aprire possibilità supplementari, in particolare nell’ambito dell’allenamento e degli acquisti
     

Informazioni supplementari sugli obiettivi e strategia dell’esercito del futuro

Documenti

81_298_f_Zielbild-und-Strategie_2023.indd

Qui potete ordinare gratuitamente la versione stampata (in tedesco o francese, l’italiano segue).

Video

Difendere significa combattere, aiutare e proteggere nel medesimo settore e simultaneamente

Mini droni, zone edificate e conflitti ibridi: le sfide per le truppe di terra sono molteplici. La cultura di condotta ne determina il successo o il fallimento. Anche questa è una parte degli obiettivi, che si fondano su basi politiche, dell’Esercito svizzero del futuro. Ecco il video del comandante delle Forze terrestri.

La cooperazione internazionale rafforza una capacità di difesa autonoma, sin dall’allenamento

Allenamenti impegnativi, offerte didattiche digitali, processi più efficienti: il capo Comando Istruzione ha un’idea chiara in merito a come dovrà essere l’istruzione dell’Esercito svizzero in futuro. Vi rientra il rafforzamento della cooperazione internazionale nell’istruzione. Il video è disponibile nel dossier web.

La cooperazione internazionale rafforza la capacità di difesa

Le Forze aeree devono ridefinirsi: questa esigenza risale a prima ancora dell’introduzione dell’F-35 A e del sistema di difesa contraerea Patriot. Le cooperazioni internazionali sono tuttora molto importanti: rafforzano la capacità di difesa. Il filmato con le spiegazioni del comandante delle Forze aeree è disponibile nel dossier web.

Il capo dello Stato maggiore dell'esercito commenta le modifiche all’organizzazione dell’esercito

Lo Stato maggiore dell’esercito fornisce appoggio al capo dell’esercito nella condotta dell’Aggruppamento Difesa. Questo dossier web contiene gli interventi del capo dello Stato maggiore dell’esercito e tutte le informazioni sul tema «Esercito del futuro»

La difesa è al centro di tutte le attività del Comando Operazioni

La capacità di difesa è al centro dell’esercito del futuro. Il capo Comando Operazioni, comandante di corpo Michaud, presenta gli elementi più importanti volti a orientare alla difesa le attività della truppa e i lavori degli stati maggiori. L’intervista e tutte le informazioni sul tema dell’esercito del futuro sono disponibili nel dossier web

Il Comando Ciber è il sistema nervoso centrale dell’esercito

Il Comando Ciber è la prima linea di difesa attiva 24 ore su 24, dal momento che il ciberspazio e lo spazio elettromagnetico non conoscono confini nazionali e nemmeno orari d’ufficio. Il dossier web contiene il filmato con le dichiarazioni del capoprogetto Comando Ciber e tutte le informazioni sul tema «Esercito del futuro».

Il capo della BLEs sulla logistica del futuro

La trasformazione digitale della logistica dell’esercito è una delle sfide per l’esercito del futuro. Il video con le spiegazioni del capo della Base logistica dell’esercito e sui vari aspetti legati al tema esercito del futuro è disponibile nel Dossier web.

La dottrina dell’esercito

La dottrina dell’esercito è strettamente legata agli obiettivi e alla strategia per il potenziamento. Questo video spiega in che cosa consiste esattamente la dottrina.

Il capo dell’esercito presenta la sua comprensione del problema

Nel lavoro di stato maggiore militare ogni concetto e ogni misura sono basati su una comprensione del problema. In questo video il capo dell’esercito presenta la sua comprensione del problema in riferimento alla situazione attuale della Svizzera. Essa costituisce la base per la strategia dell’esercito del futuro.

I punti salienti della manifestazione informativa «Il futuro delle esercito»

La manifestazione informativa sull’Esercito svizzero del futuro è ormai conclusa: assieme a più di 1.000 invitati, la condotta dell’Esercito attorno al capo dell'Esercito, il comandante di corpo Thomas Süssli, hanno concluso l’«ulteriore sviluppo dell’Esercito» (USEs) e presentato gli orientamenti strategici per il rafforzamento della capacità di difesa.

L’esercito nel suo contesto

Come sta cambiando il mondo? A quali possibili sviluppi l’esercito deve tenersi pronto per poter garantire in qualsiasi momento la sicurezza della Svizzera e della sua popolazione? Ad agosto il capo dell’esercito, comandante di corpo Thomas Süssli, ha cercato di rispondere a queste domande presentando i suoi obiettivi e la sua strategia per il potenziamento. Una parte di questa presentazione era costituita da un video che illustrava come sta cambiando il nostro mondo. Ecco il video.

Ulteriore sviluppo adattivo delle capacità

L’esercito ha definito tre orientamenti per il rafforzamento della capacità di difesa. In primo luogo intende sviluppare in modo adattivo le proprie capacità militari per:

  • tener conto dei rapidi mutamenti in atto nel contesto e delle incognite legate alla situazione in materia di sicurezza
  • trarre insegnamenti in fasi ben definite e svilupparsi in maniera flessibile
  • mantenere le sue prestazioni in quanto sistema complessivo nel corso del proprio sviluppo

Sfruttare le opportunità del progresso tecnologico

L’esercito ha definito tre orientamenti per il rafforzamento della capacità di difesa. In secondo luogo intende sfruttare le opportunità offerte dal progresso tecnologico per:

  • incrementare le proprie prestazioni nel loro complesso, acquisendo informazioni sulla situazione migliori e più ampie, conseguendo un vantaggio conoscitivo e decisionale nei confronti di un avversario e ottenendo effetti più rapidi e precisi a maggiori distanze
  • ridurre i rischi a cui i militari sono esposti nell’ambito di impieghi di combattimento
  • ottimizzare i propri processi mediante la digitalizzazione, la robotica e l’intelligenza artificiale e quindi impiegare le proprie risorse con maggiore efficienza o in altro modo
     

L’intensificazione delle cooperazioni internazionali

L’esercito ha definito tre orientamenti per il rafforzamento della capacità di difesa. In terzo luogo intende intensificare la cooperazione internazionale per:

  • approfittare delle esperienze e degli standard di altre forze armate e fornire nel contempo con le proprie capacità un contributo a favore della sicurezza in Europa
  • aprire possibilità supplementari, in particolare nell’ambito dell’allenamento e degli acquisti

Manifestazione informativa «Il futuro delle esercito»

La manifestazione informativa sull’Esercito svizzero del futuro è ormai conclusa: assieme a più di 1.000 invitati, la condotta dell’Esercito attorno al capo dell'Esercito, il comandante di corpo Thomas Süssli, hanno concluso l’«ulteriore sviluppo dell’Esercito» (USEs) e presentato gli orientamenti strategici per il rafforzamento della capacità di difesa.

Comunicati

Messagi