print preview Ritornare alla pagina precedente Scuola per sottufficiali di professione dell'esercito

Con tenacia e ambizione verso il successo

L'8 gennaio 2018 ha rappresentato per gli aspiranti sottufficiali di professione l'inizio di un importante e impegnativo anno di formazione presso la Scuola per sottufficiali di professione (SSPE) a Herisau. Ogni anno, in occasione dell'inizio dei corsi di formazione di base (Cfo base), si svolge a Herisau una cerimonia di apertura. Il sindaco di Herisau, Renzo Andreani, il comandante dell'Istruzione superiore dei quadri dell'esercito (ISQE), divisionario Daniel Keller, come pure il comandante della SSPE, brigadiere Heinz Niederberger, hanno portato i propri saluti.

09.01.2018 | Comunicazione Comando Istruzione

Il comandante della SSPE, brigadiere Heinz Niederberger, davanti alla truppa.
Il comandante della SSPE, brigadiere Heinz Niederberger, davanti alla truppa.

Il bigadiere Niederberger ha dato il benvenuto davanti al municipio a tutti i partecipanti al corso di formazione e all'inizio del suo discorso si è rivolto a coloro che hanno già superato il primo dei due anni di formazione di base. Si è congratulato con loro per l prestazioni fornite e ha sottolineato: «Vi attendono altre sfide. Non è il momento di cullarsi sugli allori. La seconda parte del corso di formazione di base sarà altrettanto impegnativa». 

Ai 19 nuovi partecipanti al corso di formazione ha augurato ambizione e tenacia per poter fornire le prestazioni che vengono richieste in particolare con l'attuazione dell'ulteriore sviluppo dell'esercito, processo nel quale l'esercito è obbligato ad avere successo. «Fiducia – impegno – responsabilità». Le nuove leve tra i quadri devono essere istruite secondo questi tre principi di condotta. «Abbiamo bisogno di voi. Voi siete i pilastri della nostra milizia», ha sottolineato il brigadiere Niderberger. 

«Esercitarsi, esercitarsi e ancora esercitarsi» 

Anche il comandante dell'ISQE, divisionario Daniel Keller, ha rivolto alcune parole ai partecipanti. «Scegliendo la carriera di ufficiale di professione vi impegnate a favore della sicurezza e della libertà del Paese, meritando per questo riconoscimento e gratitudine», ha affermato. Ha inoltre sottolineato l'elevata importanza dei quadri per l'istruzione dei militari. Da loro ci si aspetta pertanto che incorporino le virtù militari. Durante la formazione presso la Scuola per sottufficiali di professione, grazie all'applicazione pratica dovranno acquisire sicurezza nel comportamento, nelle procedure e nel modo di agire. O per dirla in parole più semplici: «Esercitarsi, esercitarsi e ancora esercitarsi». 

All'insegna dell'ospitalità 

Il sindaco di Herisau Renzo Andreani ha colto l'occasione per porgere il benvenuto a tutti i partecipanti, ponendo l'accento sull'ospitalità nei confronti dell'esercito. D'altro canto la SSPE è situata a Herisau già dal 1975. Rivolgendosi ai partecipanti, ha suggerito loro di pianificare attivamente la propria vita con responsabilità personale e creatività. «Fai quello che puoi, con quello che hai, nel posto in cui sei», ha ricordato. «Vi sono situazioni nella vita che bisogna affrontare e superare». Con queste parole ha augurato di cuore pieno successo a tutti i partecipanti al corso di formazione di base. 

I corsi di formazione di base forniscono solide fondamenta 

I corsi di formazione di base durano di regola due anni, sebbene con la maturità professionale sia possibile rendere più breve la formazione. Costituiscono l'inizio di una carriera quale ufficiale di professione e abilitano i partecipanti a insegnare in qualità di istruttori e ad assumere funzioni educative e di condotta. Coloro che assolvono il corso di formazione conseguono il diploma come pure il titolo di «sottufficiale di professione con diploma federale» e vengono promossi al grado di aiutante sottufficiale.