print preview Ritornare alla pagina precedente Divisione territoriale 3

Il battaglione di fanteria di montagna 91 impegnato in un impiego storico

Il battaglione di fanteria di montagna 91 fondato nel 1847 ha partecipato alla mobilitazione militare più importante dalla fine della seconda guerra mondiale. I militari del «91» sono rimasti in servizio ininterrottamente per sei settimane, di cui le ultime tre in servizio d'appoggio per coadiuvare il Corpo delle guardie di confine in diverse ubicazioni lungo la frontiera.

24.04.2020 | Cellula comca bat fant mont 91 / Comca D

schaffhausen-6

Dall'allenamento all'impiego reale

Il corso di ripetizione del battaglione di fanteria di montagna 91 (bat fant mont 91) di questa primavera è stato ampiamente contraddistinto dal coronavirus. Sebbene le sezioni e le compagnie fossero impegnate ad allenarsi nelle loro procedure d'impiego e a rinfrescare la loro tecnica di combattimento, nella mente dei quadri e dei soldati ronzava sempre il pensiero che potesse scattare l'ordine di impiego come formazione d'intervento a favore delle autorità civili. Quando infine, nella seconda settimana del CR, è giunta la comunicazione che il bat fant mont 91 avrebbe dato il cambio al battaglione della polizia militare 3 nel suo servizio d'appoggio, la terza settimana è stata interamente dedicata alla pianificazione dell'azione, alla ricognizione e alla preparazione dell'impiego. Il piano prevedeva di ripartire la truppa agli ordini del maggiore SMG Michael Lampert su quattro ubicazioni diverse in Svizzera per coadiuvare il Corpo delle guardie di confine (Cgcf) nella sorveglianza e nella messa in sicurezza dei rispettivi settori di confine.  

Preparazione in vista dell'impiego

Per prepararsi al compito assegnato al «91», i quadri sono dapprima stati istruiti all'impiego a livello teorico dal Cgcf. Nella successiva parte pratica sono poi state trattate le differenze tra l'esercito e il Cgcf in riferimento al controllo dei veicoli e alla gestione dei viaggiatori. I temi vertevano su aspetti quali la comunicazione non verbale, i rapporti e l'esecuzione delle attività di controllo. I soldati e i quadri hanno dovuto essere istruiti in modo che le procedure adottate durante un controllo ricalcassero quelle del Cgcf. Nella fase seguente i quadri hanno trasmesso le nuove conoscenze apprese ai soldati e ai sergenti. Poi, alcuni giorni più tardi gli argomenti sono stati ripresi internamente alle sezioni per prepararsi al meglio al loro impiego.

Misure di sicurezza, sport e intrattenimento

Anche durante l'impiego il tema del coronavirus era onnipresente: mentre nel Paese si espandeva la pandemia, negli accantonamenti è stato fatto tutto il possibile per preservare la forma fisica e mentale della truppa. Questo ha comportato diverse sfide: per esempio ogni soldato doveva osservare le due lunghezze di fucile di distanza dai suoi camerati, e anche la «posizione intercalata durante il sonno» (testa - piedi - testa) ha creato qualche difficoltà iniziale prima di abituarsi. Ma con il passare del tempo anche il social distancing, come peraltro molte altre misure precauzionali, si sono affermate e sono diventate la normalità.

I soldati e i quadri hanno trascorso negli accantonamenti anche gran parte del tempo in cui erano liberi da impegni di servizio. Qui hanno sempre avuto la possibilità di svolgere attività del tempo libero, come per esempio giochi di società, serate cinematografiche oppure di allenarsi in un parco di fitness appositamente realizzato per l'occasione. Inoltre sono giunti in visita comandanti di tutti i livelli, addirittura membri del Comando dell'esercito, che non hanno mancato di ringraziare la truppa dando così nuove spinte motivazionali. Il bat fant mont traccia un bilancio soddisfacente del suo servizio d'appoggio ed è orgoglioso di essere stato impiegato per la Svizzera lungo i suoi confini.

News

Impiego «CORONA20» (febbraio – giugno 2020)


Documenti

  • Concetto di protezione, Comando Istruzione
    Tutti i punti menzionati nel presente concetto di protezione si fondano sugli ordini vigenti del medico in capo dell’esercito nonché sui rispettivi ausili di lavoro, sui promemoria e sulle raccomandazioni relative alle misure di comportamento e d’igiene dell’UFSP.
    16.07.2020 | PDF, 12 Pagine, 186 KB, italiano
Servizio sociale dell’esercito
  • Domande e Risposte
    La conciliazione di assistenza, famiglia e lavoro pone i militari (mil) davanti a grosse sfide. In queste situazioni il servizio sociale dell'esercito (SSEs) è a Sua piena disposizione con consigli utili e varie forme di sostegno.
    14.04.2020 | PDF, 2 Pagine, 251 KB
  • LAVORO
    Ricerca di lavoro e reinserimento lavorativo post Servizio di Appoggio o Scuola Reclute
    16.04.2020 | PDF, 1 Pagine, 243 KB
geb_inf_bat_91

Il comandante

Bat fant mont 91 Cdo Div Ter 3
Neuland 8
CH-6460 Altdorf
Tel.
+41 58 481 43 43
Fax
+41 58 481 43 45

Bat fant mont 91

Cdo Div Ter 3
Neuland 8
CH-6460 Altdorf