print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

L'esercito sostiene rapidamente ed efficacemente la Grecia nella lotta contro gli incendi

Nel giro di 48 ore, l'esercito svizzero, per conto del DFAE in risposta alla richiesta della Grecia, ha inviato tre elicotteri Super Puma e degli specialisti per combattere gliincendi boschivi in Grecia. Da domenica, i nostri specialisti stanno lavorando a fianco dei vigili del fuoco greci per combattere gli incendi boschivi in Eubea. L'esercito sta dimostrando anche all'estero di poter fornire quando è necessario un'assistenza rapida e competente.

10.08.2021 | Comunicazione Difesa, Roland Studer

Quattro membri delle forze d'intervento svizzere con un Super Puma e il Bambi-Bucket.
Quattro membri delle forze d'intervento svizzere con un Super Puma e il Bambi-Bucket. ©EDA, Mark Hauser

L'esercito ha reagito rapidamente alla richiesta della Grecia e, nell'ambito dell'aiuto umanitario fornito dalla Svizzera, ha schierato nel giro di 48 ore tre elicotteri Super Puma e degli specialisti nella lotta contro gli incendi boschivi. Da domenica scorsa, 25 militi delle Forze aeree, tre specialisti nella lotta contro incendi boschivi delle unità del genio/salvataggio/NBC e quattro volontari del team per gli aiuti umanitari sostengono le autorità greche nella lotta contro gli incendi boschivi.

L'esercito effettua la sua missione insieme ai vigili del fuoco greci, decollando dall'aeroporto di Atene. Ogni giorno, in collaborazione con le autorità greche, vengono determinati i luoghi dove gli elicotteri svizzeri possono avere il maggior impatto. Le autorità greche coordinano le missioni e dirigono conseguentemente i Super Puma. Con questo impiego umanitario a favore della popolazione greca, l'esercito svizzero, in collaborazione con il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), perpetua la tradizione svizzera dell'aiuto umanitario.

Circa 76 tonnellate di acqua scaricate in 18 ore

Le Forze aeree schierano due Super Puma insieme a un elicottero delle autorità greche. Il terzo Super Puma rimane a terra come riserva. Le Forze aeree svizzere collaborano strettamente e con successo con i vigili del fuoco greci; le due forze volano insieme sui luoghi degli incendi. Un Super Puma greco e due svizzeri combattono gli incendi in una formazione operativa, con l'elicottero greco in testa e gli elicotteri svizzeri allineati dietro ad esso.

Durante i primi due giorni d'impiego, il distaccamento svizzero è stato schierato nella parte settentrionale della penisola di Eubea, dove i villaggi sono direttamente minacciati o addirittura circondati da foreste in fiamme. In 18 ore di operazione, i due Super Puma svizzeri hanno versato un totale di circa 76 tonnellate di acqua sulle foreste in fiamme, contribuendo così a spegnere alcuni incendi.

Successo dell'impiego nel pomeriggio

La mattina del 9 agosto, il fumo denso ha oscurato la visuale degli incendi a terra, impedendo una lotta mirata ed efficace contro gli incendi boschivi. Nel pomeriggio, le nuvole di fumo si sono finalmente dissolte, permettendo ai due elicotteri svizzeri di prestare soccorso a partire dalle 14:00. I serbatoi d'acqua esterni di circa 2500 litri, conosciuti anche come Bambi-Bucket, sospesi sotto gli elicotteri, sono attualmente riempiti  circa al 60 percento della capienza. Le condizioni termiche prevalenti, non permettono di raggiungere il massimo carico utile degli elicotteri completamente riforniti.

Un'ottima collaborazione

Secondo il responsabile delle operazioni del distaccamento svizzero, le forze d'intervento greche e svizzere lavorano molto bene insieme. Questo vale anche per il lavoro di squadra all'interno del distaccamento svizzero. A causa del calore, della siccità e dei venti, gli incendi continueranno probabilmente a imperversare con la stessa forza nei prossimi giorni. Attualmente, i lavori di spegnimento degli incendi sono previsti fino al 12 agosto 2021 compreso. I tre elicotteri dovrebbero tornare in Svizzera nei giorni seguenti. Fino ad allora, i membri dell'esercito svizzero impegnati e motivati dimostreranno ancora una volta che l'esercito svizzero è sempre in grado di fornire un aiuto competente, efficiente e flessibile in caso di emergenza, quando è necessario, e questo anche all'estero.

Bambi-Bucket

Bambi Bucket

I «Bambi Buckets» sono contenitori o benne montati sotto la fusoliera degli elicotteri. Hanno una capacità di 2500 litri e sono pieni di agenti estintori. Nella maggior parte dei casi si tratta di acqua prelevata direttamente dai laghi in elicottero. Le Forze aeree svizzere li usano in Svizzera e all'estero per combattere gli incendi nelle zone di difficile accesso, come pure per gli incendi in aree boscate o cespugliate dall'aria. A tal fine, l'agente estintore dei «Bambi buckets» mirati viene versato sul luogo dell'incendio.