print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Avventura in alto mare per l'esercito

«Tutto l'equipaggio sul ponte!» Da inizio settembre questo è stato lo slogan di Martin Cabalzar, architetto TIC freelance presso la Base d'aiuto alla condotta. Anche durante il suo tour di un anno in barca a vela, che lo porterà dai Caraibi attraverso il canale di Panama fino al Pacifico meridionale, rimarrà attivo per la BAC dalla sua «barca-ufficio».

12.11.2020 | Comunicazione Difesa, Kristelle Plüss

Arbeiten auf Boot_Martin
Mantenere la disciplina per lavorare in modo efficiente sarà una sfida in quanto gli altri membri del gruppo potranno concentrarsi unicamente sulla navigazione a vela. (Foto: VBS/DDPS)

Dal mese di agosto 2019, Martin Cabalzar lavora in veste di architetto TIC presso la Base d'aiuto alla condotta (BAC), nel settore Rinnovamento. Da agosto 2020 il suo luogo di lavoro è una barca a vela. Durante il suo tour sull'acqua, a seconda del luogo, della connessione Internet e delle condizioni meteorologiche, l'informatico continua a lavorare per la BAC con uno stipendio orario.

L'architetto TIC deve affrontare alcune sfide: per esempio a volte risulta difficile avere le stesse informazioni dei suoi collaboratori alla BAC. «Sarà impossibile prevedere con esattezza quando sarò online. Tuttavia le pianificazioni delle scadenze dei progetti devono essere rispettate», aveva puntualizzato Martin Cabalzar prima di levare l'ancora. Oltre al poco tempo a disposizione, anche la sicurezza delle informazioni potrebbe rappresentare un problema in quanto, per usufruire di una connessione Internet sicura, sarà sempre necessario entrare in porto e collegarsi a una rete WLAN pubblica. Per tale motivo l'architetto TIC ha pianificato di svolgere principalmente la funzione «neutra» di consulente.

«All'interno del team della BAC l'idea è stata accolta con entusiasmo», ha spiegato con soddisfazione Martin Cabalzar.

Anche il suo superiore, Hans-Heinrich Aenishaensli, responsabile della sezione Service Design presso la Base d'aiuto alla condotta, si è dimostrato sin dal principio aperto all'idea. «Ci orientiamo volentieri alle necessità dei nostri esperti, in modo tale da reclutare i migliori specialisti sul mercato del lavoro. In ultima analisi contano i risultati».

L'avventura è iniziata con un viaggio ad Antigua, dove era stazionata la barca. Il gruppo di quattro persone pianifica di veleggiare in un anno dai Caraibi al Pacifico meridionale, attraversando il canale di Panama. Come traguardo finale il gruppo prevede di raggiungere a metà del 2021 un porto in Nuova Zelanda.