print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Cura di ringiovanimento per la Marina svizzera

L'Esercito svizzero rinnova la sua flotta con la messa in servizio di 14 nuovi battello pattugliatori. La compagnia battelli pattugliatori 10 ne ha già ricevuti sei ed ha cominciato l'istruzione. In collaborazione con la formazione d'applicazione del genio / del salvataggio / NBC, Ringier ha realizzato un clip a 360° che apre uno scorcio sul lavoro a bordo dei nuovi battelli pattugliatori 16. | Video: Ringier (Dominik Baumann) / disponibile solo in tedesco.

04.11.2019 | Comunicazione Difesa, Fahrettin Calislar

armeeboot10
Foto/Video: Ringier (Dominique Baumann)

L’Esercito svizzero rinnova la propria flotta. Nei prossimi mesi verranno messi in servizio complessivamente 14 nuovi battelli pattugliatori. Il processo d’acquisto è iniziato circa quattro anni fa quando l’esercito aveva invitato cinque ditte internazionali a presentare un’offerta. Ben presto l’offerta di una ditta finlandese si è affermata quale possibile candidata. Nell’estate del 2015 un primo team coordinato dall’aiutante maggiore Markus Frei della Formazione d’addestramento del genio / del salvataggio / NBC si è recato in Finlandia per testare un battello con le medesime caratteristiche di costruzione. A partire dalle esperienze acquisite si è poi sviluppato il concetto del battello pattugliatore 16. Il nuovo natante è composto da una struttura esterna e da elementi che la ditta produttrice utilizza anche per altri modelli. Nel 2016 un battello sperimentale è stato ampiamente testato sui laghi svizzeri. Nel febbraio 2018 un battello di prova è giunto in Svizzera. «Siamo lieti dell’arrivo dei nuovi battelli. Quelli attuali sono ormai giunti al termine del loro ciclo di vita e richiedono frequenti riparazioni», spiega Frei. Dei sei battelli che finora erano a disposizione delle scuole reclute, solo tre o quattro sono effettivamente impiegabili.

Una soluzione adeguata

«Questo battello è stato ritenuto idoneo per la truppa. Sta bene in acqua e la navigazione non pone particolari problemi», continua Frei. Sia il funzionamento del motore che l’intera tecnica di navigazione, incluso il radar, sono al passo con le più recenti tecnologie. Anche la postazione d’arma è stata riprogettata. Mentre le imbarcazioni attuali presentano a poppa e a prua una mitragliatrice 64 calibro 12,7 mm di vecchia generazione, i nuovi battelli saranno dotati della medesima mitragliatrice pesante impiegata sul veicolo protetto per il trasporto di truppa (VPTT). Con i suoi 13,5 metri il nuovo battello è nettamente più lungo e leggermente più largo del vecchio P80 e offre quindi maggiore spazio. Invece degli attuali tre posti di lavoro ve ne saranno infatti ben cinque: per il timoniere, per il navigatore/soldato radar, per il comandante, per il soldato radio e per il tiratore. I posti letto e la piccola cambusa consentono inoltre un impiego 24 ore su 24. I natanti verranno impiegati per attività di sorveglianza, esplorazione, pattugliamento e salvataggio di persone. La loro velocità massima raggiunge i 65 chilometri orari. Secondo Frei i nuovi battelli sono particolarmente adatti per i settori d’impiego principali, vale a dire i laghi di frontiera e il Reno.

In servizio dall'estate 2019

Dei quattordici battelli attesi, dieci sono assegnati alla compagnia di battelli pattugliatori 10. Il rinnovo della flotta svizzera si completerà nel 2020. Il programma d'armamento prevede un budget di 49 milioni di franchi per la loro acquisizione. Il DDPS ha approvato questa comanda nel giugno 2018. Nell'estate 2019 i primi sei battelli sono stati battezzati e consegnati alla truppa. Gli stessi sono da subito stati utilizzati per la scuola reclute dei fucilieri di bordo. Tre natanti sono destinati all'istruzione e garantiscono la riserva. Il quarto viene utilizzato dalle Forze aeree per l'allenamento alla sopravvivenza dei piloti in caso di schianto in acqua. Nel novembre 2019 saranno impiegati per la prima volta per il servizio di perfezionamento della truppa di una sezione della compagnia battelli pattugliatori.