print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

L'Esercito svizzero alla gara «Young Talent by Escoffier» 2019

Sabato 9 novembre a San Gallo ha avuto luogo la gara nazionale di cucina o servizio «Young Talent by Escoffier». Tra i sette partecipanti alla competizione figura anche Martina Manzione, cuoca al secondo anno di apprendistato presso la piazza d'armi di Thun. La sedicenne ha conseguito un fantastico 1° posto con il suo piatto invernale a base di carne di vitello e cicale di mare. Si è così qualificata per la finale internazionale del concorso a Shanghai.

11.11.2019 | Communicazione Difesa, Helen Alt

DSC_0072
La vincitrice della gara nazionale di cucina o servizio «Young Talent by Escoffier» 2019: Martina Manzione, cuoca al secondo anno di apprendistato presso l'esercito svizzero. A sinistra: Patrick Guat, presidente Disciples Escoffier Francia. A destra: Pierre Alain Favre, presidente Disciples Escoffier Svizzera. (Foto: Daniel Marti)

La gara per giovani talenti si rivolge agli apprendisti cuochi provenienti da tutta la Svizzera di età non superiore a 23 anni. Tra i partecipanti di quest'anno figurava per la prima volta un'apprendista dell'Esercito svizzero. La sedicenne Martina Manzione sta svolgendo il 2°anno di apprendistato quale cuoca presso la cucina della piazza d'armi di Thun. Si è preparata a questa gara impegnativa con molto fervore e passione e con il supporto fattivo del suo coach, il capocucina sergente Marcel Schori. Il menu richiesto non era certo una pietanza che si cucina quotidianamente al secondo anno di apprendistato, al contrario! Il compito assegnato era il seguente: «Preparate per otto persone un piatto invernale creativo a base di carne di vitello e cicale di mare».

Naturalmente il nervosismo è già percepibile nell'aria, ci ha raccontato la sedicenne in occasione della nostra visita durante una seduta di allenamento due settimane fa. «Il momento peggiore è sempre poco prima di iniziare». Tuttavia grazie all'accurata preparazione del capocucina Schori, la futura cuoca è pronta nel migliore dei modi: «Abbiamo elaborato un piano preciso che mi aiuterà se dovessi improvvisamente bloccarmi».

Ciò non è tuttavia successo. Sabato la signora Manzione ha conseguito il eccellente primo posto e si è così qualificata per la finale internazionale del concorso a Shanghai. Oltre al coach Schori, è molto lieto del successo dell'apprendista anche l'aiutante maggiore Daniel Marti, capo Istruzione specialistica e responsabile sussistenza. In qualità di istruttore specialista ha anche lui seguito da vicino con trepidazione la giovane cuoca in occasione della gara. «Sono molto fiero di Martina Manzione. Si è battuta in modo eccellente contro una concorrenza agguerrita».