Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Grazie ai militari un allenamento ideale per lo slalom

Il militare a contratto temporaneo e sportivo d'élite Ramon Zenhäusern è impegnato in due fine settimana di gare intense nell'Oberland bernese dove il vallesano punta al podio sia ad Adelboden che a Wengen. Il campione olimpico è particolarmente colpito dagli impieghi OAAM dell'Esercito svizzero nel creare le condizioni ideali per le gare di sci.

10.01.2019 | Comunicazione Difesa

IMAG0083

 

In questo innevato mercoledì mattina i numerosi cannoni sparaneve sono immobili sul pendio. Durante il giorno sono attesti 60cm di neve fresca. Come gli altri atleti, anche lo sportivo d'élite dell'Esercito svizzero Ramon Zenhäusern arriva in treno da Lauterbrunnen alla stazione Allmend di Wengen per affrontare l'odierna sessione d'allenamento nello slalom.

Sotto lo sguardo attento dei suoi due allenatori: Matteo Joris e Thierry Meynet, il campione olimpico inizia la prima sessione di allenamento. Il pollice rotto poche settimane fa, lo limita a malapena, solo una stecca e un leggero dolore ricordano ancora l'incidente. Non è nemmeno influenzato dalle condizioni delle piste perché, anche se durante la notte è caduta molta neve, circa 20 soldati hanno spazzato  e preparato le piste creando le condizioni ideali per l'allenamento.

Ancora una volta l'apporto dell'esercito è fondamentale per garantire la preparazione dei grandi eventi sportivi come quelli di Chuenisbärgli e Lauberhorn. In particolare risulta fondamentale l'impiego OAAM dei quasi 160 militi della difesa contraerea 33 che stanno svolgendo il loro corso di ripetizione sulla montagna per preparare le piste e garantire le migliori condizioni per le gare. I militari si occupano altresì della zona d'arrivo, dove hanno costruito le tribune e collaborano attivamente alla sicurezza.

Il campione olimpico apprezza molto il fatto che i soldati garantiscano le ideali condizioni di gara. Zenhäusern è regolarmente in contatto con i militari che discendono il pendio prima di lui per liberare la pista dagli accumuli di neve. È consapevole dell'importanza del lavoro da loro svolto, soprattutto in caso di nevicate prolungate. Quando può, quindi, si prende il tempo per esprimere il suo ringraziamento e concedersi per qualche scatto fotografico. "Siamo stati in grado di svolgere un allenamento ideale e non siamo per nulla preoccupati per la sicurezza; la situazione della pista è già molto simile alle condizioni di gara", afferma Zenhäusern, che aggiunge: "un tale servizio è unico al mondo e non l'ho mai sperimentato da nessun'altra parte". Un meraviglioso complimento ai militari da parte del campione olimpico.