Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

L'esercito come partner riconosciuto del panorama formativo

Lo formazione militare alla condotta porta vantaggi anche nella vita civile. Un numero sempre maggiore di istituti di formazione in Svizzera tiene conto di tale circostanza, stipulando contratti con l'esercito per il riconoscimento della formazione militare alla condotta. Il 24 gennaio 2018 Daniel Keller, comandante dell'Istruzione superiore dei quadri dell'esercito (ISQE), si è recato a Ginevra per firmare il contratto il GSI (Global Security Institute), insieme a Jacques de Werra, vicedirettore dell'Università di Ginevra.

26.01.2018 | Comunicazione ISQE

Riconoscimento della formazione militare alla condotta
Riconoscimento della formazione militare alla condotta

Alla presenza dei media e del consigliere di Stato ginevrino Pierre Maudet, il vicedirettore dell'Università di Ginevra, Jacques de Werra, e il comandante dell'Istruzione superiore dei quadri dell'esercito (ISQE), Daniel Keller, hanno firmato un contratto per il riconoscimento della formazione militare alla condotta. In caso di adeguata formazione militare può essere accreditato agli studi presso il Global Studies Institute (GSI) di Ginevra un massimo di 6 punti di credito. In tal modo l'esercito ha compiuto un ulteriore passo verso l'obiettivo di affermarsi come partner riconosciuto nel panorama formativo svizzero. 

Diversi interventi politici a livello federale richiedono un miglior utilizzo nella professione e nella formazione delle capacità acquisite in ambito militare. In questo lungo processo, a partire dal 2004 (riforma Esercito XXI) l'esercito si impegna in particolare affinché la formazione alla condotta di elevata qualità dei suoi quadri venga nuovamente percepita e riconosciuta in ambito civile. L'ISQE ha il compito di negoziare in merito a questi riconoscimenti. La priorità è attribuita a quei settori di studio nei quali vengono tematizzate la gestione e la condotta. L'obiettivo è consentire di computare punti di credito sul corso di studi a quegli studenti che nel quadro della loro attività militare hanno assolto una formazione alla condotta. A tale riguardo, non si tratta di dispensare gli studenti dal fornire prestazioni di studio, ma di computare sotto forma di punti eventuali sovrapposizioni. Il numero di punti di credito corrisponde a quante ore di lavoro devono essere investite. Per la precisione, 1 punto di credito corrisponde a un onere di circa 30 ore di lavoro. Per un corso di studi bachelor devono essere raggiunti 180 punti di credito mentre per un diploma di master tra i 90 e i 120, a seconda del ciclo di studi.

Stato degli accrediti

Molti accrediti esistono già in un'ampia fascia di perfezionamenti, come ad esempio in un CAS Leadership della Scuola universitaria professionale di Berna. A questi si aggiungono in misura sempre maggiore anche quelli nella formazione accademica di base (bachelor, master). Già esistono accordi con tutt'e sette le scuole universitarie professionali di diritto pubblico nell'ambito dell'economia. Le università di San Gallo, Zurigo, Lucerna, Basilea, Berna e Neuchâtel come pure il PF di Zurigo assegnano già punti di credito, in generale oppure negli studi o nel perfezionamento in scienze economiche. L'Alta scuola pedagogica di Lucerna è stata la prima istituzione di questo genere a concedere il riconoscimento: nel perfezionamento i futuri direttori scolastici possono ricevere punti di credito.