Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Se avete bisogno di noi, siamo pronti

Il battaglione genio 9 affronta con motivazione e slancio la seconda settimana del Corso di ripetizione benché le condizioni meteo non siano delle migliori. Alle basse quote i soldati sono confrontati con la pioggia; mentre quelli che si trovano nel settore alpino devono fare i conti con le copiose nevicate. Oltre alla formazione di base e a quella specifica, in questa settimana la truppa ha svolto anche gli esercizi di compagnia.

26.01.2018 | magg Gianella Damiano

Se avete bisogno di noi, siamo pronti 0

 

I quadri d’unità della Stato maggiore e della zappatori 9/2 hanno implementato con determinazione il focus d’istruzione stabilito durante il Corso quadri: ossia la manipolazione dell’arma personale sia nel drill che nel tiro di combattimento. Inoltre si susseguono le varie istruzioni standard: atomica-batteriologica-chimica, sanitaria e il servizio di guardia. In aggiunta ad esse si prosegue con la formazione specifica per l’unità zappatori (ponte d’appoggio 46m, istruzione zappatori, carrello sollevatore 5 t, ..), mentre la compagnia di Stato maggiore effettua quella nel contesto della sicurezza, del servizio informazione e dell’aiuto alla condotta in favore dello Stato maggiore del battaglione.

 

Martedì e mercoledì si sono infine svolti gli esercizi di compagnia: la compagnia di Stato maggiore 9 aveva il compito di allestire un posto comando avanzato per garantire la condotta e le comunicazioni fra lo Stato maggiore di battaglione e la compagnia zappatori 9/2; la compagnia zappatori 9/2, da parte sua, aveva il compito di costruire contemporaneamente una campata del ponte a travatura metallica che permettesse un carico utile di 70 tonnellate sul fiume Thur nella zona di Weinfelden e la posa del ponte d’appoggio 46 m con un carico utile di 80 tonnellate nella zona di Frauenfeld.

 

Lo Stato maggiore di battaglione è stato, da parte sua, impegnato nell’esercizio di Stato maggiore. Questa attività pianificata dallo Stato Maggiore della Divisione territoriale 3 (Div Ter 3), è stata condotta dal comandante stesso, divisionario Lucas Caduff, con il supporto di altri ufficiali. Nella simulazione veniva richiesto al battaglione genio 9 di fornire delle prestazioni nel proprio ambito specifico, in un contesto internazionale di disordini civili che influenzavano anche la vita sociale svizzera. La critica dell’esercizio ha mostrato che il battaglione è pronto a svolgere il suo lavoro. Chiaro il commento del comandante, tenente colonnello SMG Peter Zoro: “Se avete bisogno di noi, noi siamo pronti”.