Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Occhio all’influenza!

Inverno fa rima con influenza. Anche durante il servizio militare l’attenzione deve dunque rimanere alta. “Cuminaivel” ne ha discusso con il medico in capo dell’esercito, il Divisionario Andreas Stettbacher, facendo tesoro dei consigli dell’esperto.

15.01.2018 | mka

Gion si protegge contro l'influenza
Gion se protège contre la grippe

Cuminaivel: Durante il servizio militare le attività all’esterno con temperature molto basse e i contatti con altre persone sono inevitabili. Cosa raccomanda ai soldati per assicurare una corretta igiene personale?

 

Medico in capo dell’esercito Divisionario Andreas Stettbacher: Il rischio di contagio all’aria aperta è piuttosto ridotto rispetto a quello negli spazi chiusi. Ciononostante, le raccomandazioni d’igiene – mantenere una distanza di sicurezza, tossire o starnutire portandosi la mano alla bocca in assenza di un fazzoletto, lavarsi le mani, ecc. – devono ovviamente essere osservate. Idealmente, anche le strette di mano sarebbero da evitare.

 

C: Cosa consiglia ai militari che devono passare molte ore al freddo durante la guardia?  

 

S: Una buona protezione contro il freddo, con vestiti e scarpe asciutti. Il freddo e l’aria secca rinforzano infatti la sensibilità ai raffreddamenti e all’influenza.

 

C: Cosa può fare un soldato quando iniziano a manifestarsi i primi sintomi dell’influenza?

 

S: Deve rispettare le raccomandazioni d’igiene. Nel caso in cui avverta di essere in uno stato febbrile, occorre che egli si annunci immediatamente al medico della truppa, in modo da attenuarne i sintomi. Inoltre, rammento l’importanza di una buona idratazione in caso di febbre.

 

C: Durante il servizio militare è pressoché impossibile evitare il contatto con gli altri. Cosa possiamo fare per evitare il contagio?

 

S: Occorre applicare con attenzione e intensità le raccomandazioni d’igiene, con particolare riferimento alla tosse e agli starnuti – distanza di sicurezza e mano davanti alla bocca –, così come alla necessità di lavarsi le mani il più spesso possibile.

 

C: Può darci un ultimo consiglio per evitare l’influenza?

 

S: È consigliabile effettuare il vaccino contro l’influenza.