print preview

Ritornare alla pagina precedente Comando Operazioni


Nessun silenzio (radio): un giro tra i relais con il MOVCON

Tutti i militari della SWISSCOY lo sanno: in occasione del Movement Control (MOVCON) occorre annunciarsi e congedarsi via radio. Affinché il collegamento radio sia garantito costantemente, occorre fare manutenzione con regolarità ai relais e alle antenne. Questa settimana è stata la volta del sgt Julia Meier, accompagnata dall’uff spec Aisha Seitz, la PIO del 49º contingente SWISSCOY.

21.12.2023 | Testo e foto: uff spec Aisha Seitz, ufficiale stampa e informazione del 49º contingente SWISSCOY

Affinché il collegamento radio sia garantito costantemente, occorre fare manutenzione con regolarità ai relais e alle antenne.
Affinché il collegamento radio sia garantito costantemente, occorre fare manutenzione con regolarità ai relais e alle antenne.

Una volta alla settimana il MOVCON effettua un giro di controllo che contempla tutte le stazioni di relais al fine di effettuare la manutenzione degli impianti della SWISSCOY. Il giro dura circa quattro ore e comprende l’ispezione di tre impianti su un percorso di circa 150 chilometri.

Il team MOVCON composto da quattro persone garantisce tra l’altro che i camerati del contingente in Kosovo possano annunciare i loro spostamenti via radio. Per motivi di sicurezza è importante sapere in qualsiasi momento chi si sta spostando e dove nel settore d’impiego. Il team ha sede nel Camp Film City ed è raggiungibile 24 ore su 24 con un impiego a turni.

In altitudine sopra il mare di nebbia

Abbiamo iniziato il tour in una mattina di nebbia al Camp Film City. Le prime due stazioni si trovano in vetta a circa 30 minuti da Malisevo come pure nei pressi dell’aeroporto Slatina. Arrivati in cima, ci aspettava un sole splendente e un panorama meraviglioso, quasi come nelle montagne svizzere. Uno degli impianti era sorvegliato da quattro cani che hanno osservato con curiosità i lavori e ci hanno accompagnato ovunque.

Il materiale è esposto al vento e alla pioggia durante tutto l’arco dell’anno e pertanto deve essere controllato e deve esservi svolta manutenzione con regolarità. Alla fine dell’ultimo contingente sono state sostituite le antenne, che dopo 48 contingenti erano ormai datate. Fra l’altro anche altri Paesi gestiscono stazioni radio nella stessa ubicazione; tuttavia eccetto un posto di guardia locale, non abbiamo incontrato nessuno.

Quel giorno era previsto un cosiddetto «controllo di piccola entità»: si trattava di controllare lo stato dei cavi e dei collegamenti, di legare più strettamente i tiranti allentati alle antenne e di constatare e notificare possibili danni. Naturalmente è stato anche stabilito il controllo di collegamento con i colleghi presso la stazione radio. «You are loud and clear!»: è possibile continuare. In occasione di un controllo di grande entità i pali sarebbero stati anche smontati, puliti e lubrificati.

On the move con la MOVCON

Il tour ha messo in luce quanto sia importante l’allenamento alla guida fuoristrada nel corso d’istruzione a Stans-Oberdorf. Ad un certo punto la strada asfaltata si interrompe, le strade sterrate si fanno a volte molto accidentate, facendo tirare fuori il meglio dalla Classe G. Il sgt Julia Meier, che in realtà è cannoniere, si era candidata originariamente quale LMT, tuttavia a 21 anni era ancora troppo giovane. Ha accettato volentieri la proposta di prestare un impiego nella MOVCON e dunque di raccogliere le prime esperienze nel promovimento della pace. «Imparo volentieri cose nuove e ne traggo insegnamenti utili per il mio futuro professionale e per la mia attività nella milizia».

L’ultima tappa del nostro giro sono le antenne nel Camp Novo Selo. Per controllarle, Julia Meier deve letteralmente raggiungere il tetto usando una scala a pioli, passando per una stretta apertura con l’aiuto dei camerati.

Anche in questo caso tutto è in ordine. Ora occorre soltanto sostituire l’apparecchio radio nella classe G. Il rifornimento presso il CNS si rivela molto pratico. «In occasione delle corse di controllo non ci si annoia mai» afferma il sgt Meier.


Ritornare alla pagina precedente Comando Operazioni