Ritornare alla pagina precedente Messaggi / Rapporti

La politica degli acquisti nel fuoco incrociato

Sabato 3 novembre, la Scuola centrale e la Società cantonale degli ufficiali di Lucerna hanno organizzato congiuntamente la manifestazione «Chance Miliz». Oltre 200 esponenti dell’esercito, della politica e dell’economia hanno discusso sul tema della politica d’armamento dell’esercito.

07.11.2018 | Comunicazione Difesa / ISQE

29-DSC00338

 

La manifestazione «Chance Miliz» offre a esponenti dell’esercito, della politica e dell’economia la possibilità di partecipare a un dibattito critico su questioni attuali riguardanti l’esercito. Quest’anno si è discusso sul tema «La politica degli acquisti nel fuoco incrociato: come si prepara l’esercito per il futuro?». Con l’approssimarsi dell’acquisto pianificato di nuovi mezzi di difesa terra-aria e di nuovi aerei da combattimento, il tema della politica d’armamento suscita grande interesse.

Relatori legati all’ambito militare e non

Il brigadiere Peter Baumgartner ha introdotto il tema della giornata ai 200 ospiti. Il consigliere di Stato Paul Winiker (UDC), capo del Dipartimento della giustizia e della sicurezza del Cantone di Lucerna, nel suo messaggio di saluto ha osservato che i sistemi intelligenti necessitano di persone intelligenti che li sappiano usare. Il divisionario Claude Meier, capo dello Stato maggiore dell’esercito, nel suo discorso di apertura ha affermato che l’esercito deve prepararsi a fronteggiare vari tipi di possibili minacce. Urs Breitmeier, CEO della RUAG, ha sottolineato che l’industria d’armamento nazionale è assolutamente necessaria per una Svizzera indipendente. Nel successivo dibattito tra il consigliere agli Stati Josef Dittli (PLR) e il consigliere nazionale Fabian Molina (PS) sono stati discussi aspetti politici. Hanno preso parte all’animata tavola rotonda anche il colonnello SMG Stefan Holenstein, presidente della Società svizzera degli ufficiali, ed Eva Novak della Luzerner Zeitung. 

Buona collaborazione tra i responsabili

La manifestazione «Chance Miliz» è apprezzata dai partecipanti in quanto tratta tematiche attuali e consente un dialogo aperto. Il brigadiere Peter Baumgartner, comandante della Scuola centrale, si mostra soddisfatto: «La manifestazione è stata un successo e la collaborazione tra la Scuola centrale e la Società cantonale degli ufficiali di Lucerna è stata come sempre molto proficua».