Ritornare alla pagina precedente Messaggi / Rapporti

Rispetto!

È risaputo che nelle scuole ufficiali l'istruzione praticata è intensa, impegnativa e severa. Esiste tuttavia almeno un'eccezione: la giornata degli aspiranti. Durante la scuola ufficiali, il capo Comando Istruzione, comandante di corpo Daniel Baumgartner, invita tutti gli aspiranti ufficiali a un incontro collettivo. Lo scopo di questa giornata è di trasmettere il messaggio del capo – ma anche di ringraziare gli aspiranti per la loro volontà e disponibilità a fornire prestazioni.

09.10.2018 | Comunicazione Difesa

P9286029
«Avete la responsabilità anche nelle situazioni scomode», ha precisato il capo Comando Istruzione, comandante di corpo Daniel Baumgartner.

La seconda giornata degli aspiranti dall'inizio dell'ulteriore sviluppo dell'esercito si è svolta presso la scuola ufficiali dell'aiuto alla condotta a Bülach. Durante la mattinata sono convenuti nell'Unterland zurighese oltre 400 aspiranti di ognuna delle scuole ufficiali delle varie Armi provenienti da tutta la Svizzera. Il comandante di corpo Daniel Baumgartner ha dato avvio al programma con una presentazione molto persuasiva, nella quale ha ricordato al giovane uditorio che, in quanto aspiranti, in futuro saranno chiamati a svolgere un ruolo di capo – anche, e specialmente, nei momenti difficili. Quella di intraprendere la carriera di ufficiale è stata una buona decisione, ha proseguito Baumgartner. Infatti, apre delle opzioni, non solo nell'esercito, ma pure nella vita civile.

Prima e dopo il pranzo in comune, i futuri ufficiali hanno potuto farsi un'idea delle capacità dell'aiuto alla condotta nel contesto di una dimostrazione offerta dalla scuola reclute in corso.  

Assicurare la condotta, anche quando risulta difficile

La testimonianza più impressionante è sicuramente stata quella del giovane tenente che ha recentemente vissuto un caso di suicidio nella sua sezione. Gli aspiranti ufficiali hanno seguito ammaliati il resoconto in cui il caposezione ha illustrato il modo in cui ha gestito la situazione – nei propri confronti, ma anche nei confronti delle reclute a lui affidate. Come aveva già precisato il comandante di corpo all'inizio della giornata, essere caposezione significa assumersi le proprie responsabilità anche nei momenti difficili.  

La giornata è stata conclusa dalla presentazione della Società svizzera degli ufficiali. Il presidente dell'associazione mantello, colonnello SMG Stefan Holenstein, affiancato da un esponente della Svizzera romanda e da uno di una sezione svizzero-tedesca, ha illustrato ai futuri potenziali membri i vantaggi di un'adesione.  Per il presidente Holenstein la giornata degli aspiranti è un'opportunità grata per pubblicizzare la Società svizzera degli ufficiali, per cui si è mostrato riconoscente per la possibilità che gli è stata offerta.

Generare incontri e portare rispetto

Per il comandante di corpo Baumgartner nel ruolo di organizzatore, l'evento rappresenta una piattaforma d'incontro e una possibilità di ampliare gli orizzonti offerta agli aspiranti. Considera tuttavia la giornata degli aspiranti anche come tributo di rispetto nei confronti dei giovani che investono volontariamente il loro tempo e la loro energia in un'istruzione militare e sono disposti ad assumere delle responsabilità in futuro. Proprio per questo motivo a Baumgartner sta particolarmente a cuore che la giornata si svolga in un contesto decoroso.

Apparentemente riesce nel suo intento: infatti, secondo quanto riferito da un gruppo della scuola ufficiali di fanteria, gli aspiranti si sono effettivamente sentiti apprezzati grazie a questo evento. Secondo loro la giornata è stata interessante e ben organizzata. Certamente anche il programma per una volta meno rigido del solito e l'inizio del fine settimana anticipato al venerdì sera hanno contribuito al buon esito.