print preview

Ritornare alla pagina precedente Promovimento militare della pace


SWISSCOY Update - Gli specialisti man: «Insieme troviamo sempre una soluzione!»

Se un veicolo impiegato presso la SWISSCOY ha subito un guasto, intervengono gli specialisti del gruppo di manutenzione (abbreviato in «man»). Cambiano serrature difettose, sostituiscono parabrezza danneggiati o cambiano pneumatici dal profilo usurato. Gli specialisti man sono per la stragrande maggioranza uomini, eccetto il sdt Fabienne Frommelt, che racconta come organizza la sua quotidianità nel gruppo.

01.02.2022 | Sgt Selina Berner, sost ufficiale stampa e informazione 45° contingente SWISSCOY

SCY_Ih1
Riparare l’indicatore di direzione, cambiare gli pneumatici, affrontare problemi al motore: il lavoro nel gruppo di manutenzione è diversificato

«L’indicatore di direzione sinistro di questo Puch non funziona più, deve essere sostituito», spiega il sdt Fabienne Frommelt e si mette subito al lavoro. Lei è meccanica d’automobili nella manutenzione al Camp Novo Selo. «Originariamente ho svolto una formazione quale carrozziera lattoniera, qui invece sono più una tuttofare e mi occupo di tutto ciò che c’è da sbrigare». Nell’officina man lavorano insieme numerosi esperti diversi e tutti si aiutano a vicenda: dal polimeccanico, al fabbro fino al costruttore navale. «Insieme troviamo sempre una soluzione!», afferma Fabienne Frommelt. Oggi c’è molto fermento in officina: Fabienne è occupata con il suo indicatore di direzione, poco lontano viene sostituito lo pneumatico di un Puch e infine una Mercedes Sprinter ha un problema al motore. «Qui non ci annoiamo veramente mai, c’è sempre qualcosa da fare», afferma Fabienne. Non è certo sorprendente, infatti l’insieme del contingente dispone di oltre 120 veicoli. In caso di guasto tutti vengono riparati dal gruppo di manutenzione. Ora, in inverno, sono frequenti soprattutto il cambio pneumatici, riparazioni di impianti di riscaldamento difettosi o di tergicristalli guasti. Dato che la fornitura dei pezzi di ricambio è spesso piuttosto lenta, il gruppo di manutenzione cerca in prima battuta di riparare i pezzi rotti prima di piazzare un ordine. Inoltre prepara il mantenimento in efficienza, la manutenzione regolare e la verifica periodica (come avviene anche per il controllo dei veicoli privati). A tale scopo i collaboratori della Base logistica dell’esercito (BLEs) si recano nel settore d’impiego e controllano i veicoli.

Se ci si guarda intorno in officina, balza agli occhi il fatto che Fabienne Frommelt sia l’unica donna. «Non mi crea alcun problema», afferma; ha svolto la sua formazione nel settore automobilistico ed è abituata a questa situazione. «Non è nulla di nuovo per me», asserisce e aggiunge: «Mi sento a mio agio qui». Così a suo agio che Fabienne aggiungerebbe volentieri un ulteriore contingente nella stessa funzione: «Potrei immaginarmi benissimo di rimanere qui per oltre sei mesi!».

Torniamo all’indicatore di direzione guasto: normalmente per ripararlo ci metterebbe tra i cinque e i dieci minuti. Tuttavia il Puch è vecchiotto e dunque la sostituzione è più difficoltosa rispetto a un’auto nuova. Ma una trentina di minuti dopo il veicolo è nuovamente pronto a circolare. Fabienne apre il portone dell’officina e parcheggia il Puch in cortile: è pronto per essere prelevato. Poco dopo ha già iniziato un altro compito: la aspetta un altro veicolo.


Ritornare alla pagina precedente Promovimento militare della pace